Buongiorno papà

Buongiorno papà

Buongiorno papàGENERE: Commedia REGIA: Edoardo Leo SCENEGGIATURA: Edoardo Leo, Massimiliano Bruno, Herbert Simone Paragnani ATTORI: Raoul Bova, Marco Giallini, Edoardo Leo, Nicole Grimaudo, Rosabell Laurenti Sellers, Paola Tiziana Cruciani, Mattia Sbragia, Ninni Bruschetta FOTOGRAFIA: Arnaldo Catinari MONTAGGIO: Patrizio Marone DISTRIBUZIONE: Medusa Film PAESE: Italia 2013 DURATA: 102 Min 

Andrea è il classico latin lover a cui le ragazze cascano ai piedi senza che lui muova un dito; ha anche un ottimo lavoro di product placament che gli permette una buona autonomia economica. Tutto va per il meglio se non che , un giorno bussa alla sua porta una ragazza,Layla, che si dichiara sua figlia in quanto frutto di una relazione avuto 17 anni prima con una ragazza che Andrea non ricorda più e che adesso è morta lasciando figlia e padre per strada.
Su questa linea e sui problemi che questo scapolone si trova ad affrontare, si sviluppa tutto il film;  il rapporto con la figlia, la scuola,le sue spasimanti e non ultima la situazione dei suoi genitori che si separano – temporaneamente- sono nuovi temi che il nostro protagonista vede porsi improvvisamente nella sua esistenza.

Il film , che è essenzialmente una commedia, si sviluppa però anche su semplici temi di sviluppo psicologico; non si può dire che non è affrontata la lenta presa di coscienza del ruolo del padre da parte di Andrea che ad un tempo rivede la sua posizione sia nei confronti dell’amico che ospita in casa e che considera uno sciocco, sia verso i propri genitori che vivono un momento di crisi.

Trovando il vero valore del rapporto con la figlia , Andrea trova anche la strada per un vero rapporto con una donna che non rappresenta più lo svago di una notte bensì una scelta matura e permanente.

Tutto questo si svolge su un registro spesso umoristico più che comico permettendoci di sorridere riflettendo senza particolari forzature (anche se il suocero è veramente un po’ troppo ‘svitato’) . Non si entra mai nel tema della famiglia ma lo si tiene intelligentemente fuori ponendosi in situazioni generiche che non  accusano mai.

Buona l’interpretazione di Roul Bova, ma ottima quella di Rosabell Laurenti Sellers che avevamo già visto recentemente in ‘femmine contro maschi’  nel ruolo di Flavia: essa recita con naturalezza senza mai uscire dalle righe in un personaggio completo anche se lineare durante tutto il racconto.

Il film, di durata contenuta permette di trascorrere un po’ di tempo fruendo di una commedia che non raggiungendo particolari livelli è pur sempre un prodotto più che accettabile.

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.