Cinema Nuova Aurora – programmazione 9 – 14 ottobre

Cinema Nuova Aurora – programmazione 9 – 14 ottobre

 

Programmazione Cinema Nuova Aurora Sansepolcro

dal 9 ottobre 2014 al 14 ottobre 2014

Venerdì 10 ore 21,15

Sabato 11 ore 20 e 22

Domenica 12 ore 17,00 – 19,00 -21,30

Lunedì 13 ore 21,15

fratelliunici Osteria dei poeti2
 

 

Ricorda: CINEPIZZANDO

            Boxtrols

 

Sabato 11 ore 17,30

Domenica 12 ore 15,15

Per gli spettatori del Cinema Nuova Aurora
 e i clienti dell’ Osteria dei Poeti  è prevista
l’offerta di un biglietto unico che comprende
la visione di un filmed un menù di pizza,
bevanda e caffè

  al solo prezzo di
——–> 12 Euro <——–

scegliendo indifferentemente prima l’ingresso
al cinema e poi in pizzeria o prima in pizzeria
e poi al cinema.

Giovedì 9 ottobre 2014

La gabbia dorata

TERRE SENZA PROMESSE



 

FRATELLI UNICI
di Alessio Maria Federici

Con: Raoul Bova, Luca Argentero, Carolina Crescentini, Miriam Leone. Distribuzione: 01 Distribution. Genere: Commedia.

Siamo a Roma, oggi. Un incidente fa perdere la memoria a Pietro, medico. La sua ex moglie Giulia sta per risposarsi e non vuole saperne di lui, così il fratello Francesco, stuntman dalla vita sregolata, è costretto a portarselo a casa, ad accudirlo e a fare una cosa che non ha mai fatto, la persona adulta. Nascono vari equivoci che movimentano la storia, fino all’inevitabile lieto fine…. Siamo totalmente dentro quella commedia italiana che sembra aver ritrovato nelle ultime stagioni slancio e vigore. La storia, per come la vediamo, tocca più i contorni della favola che quelli del vero, della quotidianità. Ne esce un film che può essere preso come esempio tipico di prodotto italiano piacevole che ha come sfondo temi importanti come il rapporto fra fratelli, il perdono e le seconde opportunità tentando di staccarsi dalla massa indistinta dei prodotti destinati all’oblio e lasciando alla fine anche qualche piccola riflessione da fare su come andrebbero meglio le cose se si scegliessero le vie del dialogo e della riconciliazione.

 

LA GABBIA DORATA

di Diego Quemada-Diez

Interpreti: Karen Martínez, Rodolfo Dominguez, Brandon López, Carlos Chajon. Sceneggiatura: Diego Quemada-Diez, Gibrán Portela, Lucía Carreras. Durata 102′ Origine: Messico. Genere: Drammatico.

Se il cinema è una finestra aperta sul mondo, ‘La gabbia dorata’ di Diego Quemada-Diez ci mostra qualcosa da cui forse vorremmo distogliere gli occhi, ma sarebbe dovere di tutti conoscere. E’ cinema della realtà, cinema autentico, girato tra persone vere, dentro situazioni concretissime, dove la macchina da presa ritrova una delle sue funzioni primarie: mostrare qualcosa che non si conosce, alzando il sipario su un mondo ignorato. Quello al centro del film, opera prima di un ex assistente alla fotografia, è il mondo che scoprono tre adolescenti guatemaltechi decisi a lasciare la povertà in cui vivono per cercare lavoro negli Stati Uniti. Un viaggio che li costringe ad attraversare il Messico e che si rivelerà ben più drammatico di quanto potessero immaginare. Poche, efficacissime scene ci fanno fare la conoscenza di Sara, Juan e Samuel. Praticamente non scopriamo niente della loro vita o delle loro famiglie, ma in fondo sono informazioni che non servono, il regista vuole limitarsi alla pura «registrazione» delle loro azioni. Bastano gli sguardi segnati dalla vita e dalla miseria per farci capire quello che le parole avrebbero solo reso a rischio retorica. Dice il regista: «questo film non è un documentario; è una finzione che si fonda sulla realtà, ricostruendola a partire da un desiderio di autenticità. Abbiamo costruito la struttura narrativa e poetica di questa odissea basandoci sulla testimonianza di centinaia di emigrati e sui sentimenti personali di ogni singola persona che ha partecipato al processo creativo». Ecco, questo è il cinema che vorremmo vedere, il cinema del futuro, capace di riempire lo schermo con la potenza di immagini inusitate e non addomesticate, attraverso una storia che commuove e trasforma le nostre coscienze.

    

BOXTROLLS –  LE SCATOLE MAGICHE
DI GRAHAM ANNABLE, ANTHONY STACCHI

DISTRIBUZIONE: UNIVERSAL. GENERE: ANIMAZIONE (STOP MOTION)

Boxtrolls – Le scatole magiche è una favola comica ambientata a cheesebridge, un’elegante cittadina dell’epoca vittoriana i cui abitanti sono ossessionati dalla ricchezza, dalle classi, e dall’odore del formaggio. sotto le sue suggestive stradine dimorano i Boxtrolls, degli immondi mostriciattoli che di notte strisciano fuori dalle fogne per rubare ciò che gli abitanti hanno di più caro: i loro figli ed i loro formaggi.
O almeno, questa è la leggenda a cui hanno sempre creduto. in realtà, i Boxtrolls sono una comunità sotterranea di eccentrici, stravaganti ed adorabili creature che indossano scatole di cartone riciclato come se fossero gusci di tartaruga. I Boxtrolls hanno anche accolto e cresciuto un orfano umano fin dall’infanzia, insegnandogli a rovistare nei cassonetti e raccogliere cianfrusaglie, come uno di loro. quando i Boxtrolls saranno minacciati da un malvagio disinfestatore di parassiti, questa comunità timida ed ingegnosa dal cuore gentile, dovrà fare affidamento sul ragazzo adottato e su una giovane ricca ed avventurosa, per collegare il loro mondo con quello degli umani, e sperare in un cambiamento.
La storia e l’animazione stop motion sono interessanti e il film è adatto alla visione familiare.

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.