CUCCIOLI – IL PAESE DEL VENTO

CUCCIOLI – IL PAESE DEL VENTO

cuccioliilpaesedelvento

CUCCIOLI

IL PAESE DEL VENTO

di Sergio  Manfio

Dal Gruppo Alcuni, produttore di “Cuccioli”, quattro anni dopo il film “Il codice di Marco Polo”, l’atteso sequel che vede ancora in azione i sei inseparabili amici in una nuova emozionante avventura contro la storica antagonista Maga Cornacchia. A bordo della loro mongolfiera i Cuccioli stanno avvicinandosi a Soffio, un paesino tra le montagne dove ogni cosa funziona grazie alla forza del vento, e dove regna Re Ciclone, un bizzarro personaggio che ha come consigliere… la sua coda parlante! A Soffio i nostri 6 amici incontrano il Custode del Vento, una tartaruga che controlla la grotta in cui viene custodita la “Girandolona” da cui esce il vento necessario a far vivere la città. L’incontro tra il Custode del Vento e Senzanome è commovente: la tartaruga infatti ricorda come fece conoscenza con il piccolo pulcino che, appena uscito dall’uovo, stava muovendo i primi passi un po’ titubante, dato che non c’era la sua mamma ad aspettarlo. Il Custode del Vento si accorse infatti che il pulcino non era in grado di parlare e gli spiegò in che modo usare dei cartelli per comunicare. Nel frattempo, in un antro polveroso sotto un vulcano, vediamo apparire Cuncun e Canbaluc, i due tonti scagnozzi di Maga Cornacchia. La perfida maga vuole distruggere il paese di Soffio e per far questo sta costruendo delle macchine infernali che saranno azionate anche loro dalla forza del vento. Per trasportare le macchine infernali dal suo covo fino al paese di Soffio Maga Cornacchia ha però bisogno di un mezzo di trasporto che possa contenerle tutte. La perfida Maga Cornacchia vuole impossessarsi della “Giraventola” che genera il vento, prendendo così il controllo della città. Basteranno le macchine infernali di Maga Cornacchia per sconfiggere i Cuccioli?… Un family film pieno d’azione e con molti momenti in cui il pubblico viene invitato alla partecipazione, con fantastici personaggi e gag esilaranti, per sottolineare anche l’importanza delle energie rinnovabili attraverso humour e avventura.

* Il film, esempio di animazione italiana di ottimo livello, presenta molti spunti educativi che lo rendono particolarmente adatto alla visione familiare e ai più piccoli. La cura con cui è stato realizzato, l’impegno formativo che è alla base della storia e il supporto che viene fornito anche in materiale didattico ne fanno consigliare l’uso a livello scolastico, specialmente per gli studenti più giovani. L’ACEC fornisce, a richiesta i supporti necessari per un lavoro educativo con il film a livello di Scuole, Parrocchie e gruppi catechistici (una Scheda Pastorale è disponibile a richiesta). L’utilizzo nelle Sale della Comunità per il pubblico dei giovanissimi è fortemente consigliato. A tutti i bambini nelle Sale della Comunità, in occasione della presentazione del film verrà consegnato in omaggio un gioco interattivo divertente e formativo.   

(Cuccioli – Il paese del vento)                                                                                                                                                      REGIA: Sergio  Manfio. SCENEGGIATURA: Sergio  Manfio, Francesco  Manfio, tratto dai personaggi della serie tv ‘Cuccioli’ ideati graficamente da Giorgio Cavazzano (Formato: Panoramico Colore-3D).  MUSICA: Lorenzo  Tomio. PRODUZIONE: Gruppo Alcuni. DISTRIBUZIONE: 01 Distribution. GENERE: Film d’animazione. ORIGINE: Italia. ANNO: 2014.  DURATA: 80’. –  (Junior Cinema: Baby)

 

 

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.