FANTASTIC Mr. FOX

FANTASTIC Mr. FOX

di Wes Anderson
 
(Fantastic mr. Fox) REGIA: Wes Anderson. SCENEGGIATURA: Wes Anderson, tratto dal racconto omonimo per bambini di Roald Dahl. FOTOGRAFIA: Tristan Oliver (Formato:Panoramico/Colore). MUSICA: Alexander Desplat (Colonna sonora: Dolby-Stereo). PRODUZIONE: Allison Abate, Wes Anderson, Jeremy Dawson, Scott Rudin. DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox. GENERE: Film d’animazione. ORIGINE: USA. ANNO: 2010. DURATA: 90’. 
 
Dopo un lungo periodo trascorso nella tana insieme a moglie, figlioletto e nipotino, Mr. Fox avverte il bisogno di tornare alla vita libera e alle scorribande di un tempo. Riprende allora a fare razzia di polli ed entra in urto con i tre proprietari della fattoria, Boggis, Bunce e Bean. Lo scontro è durissimo, ma Mr. Fox ottiene la collaborazione degli altri animali della fattoria e, con qualche stratagemma, riesce a mettersi in salvo….

All’origine c’è un racconto per bambini. Nell’immediato la definizione può restare, perché lo svolgimento é scorrevole e divertente. Del resto gli animali parlanti sono un classico dell’animazione, e anche qui sono tantissimi i richiami alla contaminazione tra il mondo animale e quello umano. Scegliendo però un’animazione vecchio stile (niente computer e niente 3D), Wes Anderson ammanta il tutto con un’atmosfera obliqua e assai eccentrica, in linea con i suoi titoli precedenti. Il regista va a fondo di un surreale viaggio alle radici dell’identità individuale conculcata e snaturata, e crea le premesse per un riordino delle cose e del rapporto uomo/ambiente.

*Mr. Fox può essere visto anche come un folle, un visionario in cerca dell’impossibile, sempre attratto da luoghi dove il leone scorazza sfrenato e il traguardo della libertà é a portata di mano. Un individuo disposto a scommettere sul futuro, purché accompagnato dalla fedele, consapevole famiglia. Sotto questo punto di vista, il film pur mantenendo il taglio di racconto rivolto ai più piccoli, è anche capace di suscitare dibattito e discussione a livello familiare e può essere utilizzato proprio per una visione che consenta alla famiglia (o agli insegnanti) per confrontarsi con i ragazzi sui temi proposti.

CLASSIFICAZIONE FILM: Baby
Tipologia Utilizzo: MIRATO

           

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.