IMU Sale della comunità – chiarimenti

IMU Sale della comunità – chiarimenti

 OGGETTO: Regime IMU – Chiarimenti per ‘Sale della Comunità
– Circolare n. 1080/12 – Roma, 7 dicembre 2012 – Il Segretario Generale

                             

Ai SAS

Alle Sale della Comunità

loro sedi

            

 

Il Segretario Generale
Circolare n. 1080/12
Roma, 7 dicembre 2012

OGGETTO: regime IMU – Sale della Comunità

Si fa seguito alla nostra Nota trasmessa l’8 giugno 2012 per informare che è stato emanato, con DM 19 novembre 2012 n.200, il “Regolamento da adottare ai sensi dell’articolo 91-bis, comma 3, del decreto legge 24 gennaio 2012, n.1, (norme sull’esenzione dell’imposta comunale sugli immobili degli enti non commerciali.) Il citato Regolamento modifica le modalità di esenzione dall’IMU per gli enti non commerciali. L’esenzione vale per gli immobili destinati esclusivamente per lo svolgimento delle attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive, svolte con “modalità non commerciali”.

Per le sale della comunità, considerate di interesse culturale, “lo svolgimento di attività culturali si ritiene effettuato con modalità non commerciali se le stesse sono svolte a titolo gratuito, ovvero dietro versamento di un corrispettivo simbolico e, comunque, non superiore alla metà dei corrispettivi medi previsti per analoghe attività svolte con modalità concorrenziali nello stesso ambito territoriale, tenuto anche conto dell ‘assenza di relazione con il costo effettivo del servizio. ” (art.4, comma 5 del DM 19 novembre 2012, n.200).

Va precisato che la sala della comunità, indipendentemente dal possesso delle condizioni sopra descritte, perde qualsiasi possibilità di esenzione dall’IMU se è gestita da terzi o concessa in affitto o in comodato d’uso.

Per i casi in cui le Diocesi non abbiano provveduto a dare indicazioni in materia, si consiglia di visitare il sito www.chiesadimilano.it dove è presente il banner “Ex Lege. Verifica se sono esenti da IMU e IRES gli immobili parrocchiali” che rimanda alla sezione dedicata. Oltre alla nota esplicativa per un corretto uso dell’Applicativo “Immobili parrocchiali: regime IMU e IRES” è reperibile anche lo schema delle varie fattispecie da 1 a 42. Per le “sale della comunità”, di norma, sono da selezionare i seguenti utilizzi: 27, 28 29, 30, 34. Se la compilazione del riquadro è eseguita correttamente si avrà una risposta immediata circa l’imponibilità o l’esenzione.

La Segreteria Generale dell’ACEC è comunque a disposizione per ulteriori chiarimenti (tel.06 4402273 – 44254212; fax 06 4402280; acec@acec.it).

 

IL SEGRETARIO GENERALE
Francesco Giraldo

 

ACEC – Via Nomentana 251, 00161 ROMA – tel. 06.4402273/44254212 – fax 06.4402280 www.saledellacomunita.itacec@acec.it