LE USCITE DELLA SETTIMANA (1-5/5)

LE USCITE DELLA SETTIMANA (1-5/5)

Tra i film in uscita questa settimana, non riusciamo ad individuare il film della settimana, cioè quello da consigliare in modo sistematico per la programmazione delle nostre sale. Vi sono comunque alcuni film che hanno le carte in regola per essere inseriti in cicli e rassegne culturali o in cineforum con dibattiti, in quanto affrontano temi interessanti ed attuali.

 

Film segnalati per cineforum o dibattiti

 

Muffa – Küf

di Ali Aydin

Con: Ercan Kesal, Muhammet Uzuner, Tansu Biçer. Distribuzione: Sacher Film. Genere: Drammatico. Durata: 94′

 

Basri è un guardiano delle ferrovie. Il suo lavoro consiste nel controllare i binari. Per fare questo percorre a piedi venti chilometri al giorno. D’estate, d’inverno, che piova o che nevichi… Qualsiasi cosa succeda, deve svolgere il suo lavoro in zone sperdute e in grande solitudine. Il figlio di Basri, Seyfi, è stato arrestato 18 anni fa per le sue opinioni politiche. Questa è l’ultima cosa che Basri sa di suo figlio. Sei anni dopo la sua scomparsa, la moglie di Basri è morta e lui è rimasto solo. Per 18 anni, ha scritto due lettere al mese: una al Ministero degli Interni e una alla Questura. In quelle lettere esprime ogni volta solo la speranza di ritrovare il figlio, nient’altro, e per via di quello che ha scritto, Basri è stato torturato, interrogato e messo in isolamento…. Il film affronta con lucidità e asciuttezza di stile la tragedia del popolo curdo, ma può assumere una valenza universale facendo riferimento a quanti in tutte le parti del mondo sono vittime di regimi oppressori che si basano sull’eliminazione di esseri umani perché avversari politici o solamente perché di etnia diversa. Buon film, da utilizzare in situazioni mirate per riflessioni e dibattiti sul tema proposto.

 

Sta per piovere

di Haider Rashid

Con Lorenzo Baglioni, Mohamed Hanifi, Giulia Rupi. Distribuzione: Radical Plans

 

Said, un giovane sicuro ed ambizioso, nato e cresciuto in Italia da genitori algerini, studia e lavora come panettiere part-time. A seguito del suicidio del direttore della fabbrica in cui lavora Hamid, suo padre, la famiglia si trova di fronte alla lacerante realtà di non poter rinnovare il permesso di soggiorno, come fa puntualmente da trent’anni, e riceve un decreto di espulsione. La vita di Said prende improvvisamente una piega scura: l’Italia, il paese che ha considerato sempre suo, appare ora come un muro di gomma che lo spinge a “tornare a casa”, in Algeria, luogo che lui non ha neanche mai visitato. Nel tentativo di trovare una soluzione Said si appella agli avvocati, ai sindacati ed alla stampa, cercando di portare attenzione su un problema concreto e sempre più presente nella società italiana; questo percorso lo porterà attraverso i meandri di una burocrazia legislativa retrograda ed alla riconsiderazione della sua identità – riflettendo su un dilemma profondo: rimanere in Italia clandestinamente o partire per l’Algeria con la sua famiglia, aiutandola a ricostruirsi una vita nel paese che ha lasciato trent’anni fa? Il tema è indubbiamente attuale e il film può essere utilizzato per dibattiti sull’argomento.

  

Benur – Un gladiatore in affitto

di Massimo Andrei

Con Nicola Pistoia, Paolo Triestino, Elisabetta De Vito. Distribuzione: Movimento Film.

 

Sergio, ex stuntman del cinema infortunatosi sul set di un film americano, per sbarcare il lunario si arrangia con impieghi fantasiosi, come fare il Centurione al Colosseo, mentre la sorella Maria con cui divide l’appartamento, ‘lavora’ da casa per una hot-line erotica. Due vite alla deriva, finché un giorno a cambiare le cose ci pensa Milan, immigrato clandestino bielorusso, che stravolgerà la loro esistenza. Pur di lavorare Milan è disposto a diventare lo “schiavo” di Sergio, sostituendosi a lui nel ruolo di “Centurione” al Colosseo. L’intraprendente extracomunitario diventerà ben presto l’idolo dei turisti. Il film è tratto dalla commedia teatrale di Gianni Clementi e parte da un incipit originale per poi sfociare in un racconto molto “romanesco” con risvolti amari, che ricorda i film di Sergio Citti.

 

Snitch – L’infiltrato

di Ric Roman Waugh

Con: Dwayne Johnson, Susan Sarandon, Jon Bernthal, Barry Pepper. Distribuzione: VIDEA – C.D.E. Genere: Thriller. Durata: 112′

 

Ispirato a fatti realmente accaduti, il film è la storia di un uomo d’affari distrutto dall’arresto del figlio adolescente, incastrato per possesso di droga e condannato a 10 anni di carcere. Il ragazzo è innocente ma per provarlo il padre ha un’unica possibilità: mettersi in gioco. Sotto copertura della DEA, l’uomo si infiltra in una grossa organizzazione internazionale dedita al traffico di stupefacenti per cercare di incastrare il boss e riuscire a scagionare suo figlio…Il film ha qualche motivo di interesse, non solo perché come thriller è abbastanza avvincente, ma anche perché mette in evidenza il dramma umano e sociale dei protagonisti, mostrando gli effetti devastanti del divorzio sui figli e aprendo alla speranza di riconciliazione e perdono.

 

le altre uscite

 

Effetti Collaterali

di Steven Soderbergh

Con: Rooney Mara, Channing Tatum, Jude Law, Catherine Zeta-Jones. Distribuzione: Moviemax. Genere: Drammatico. Durata: 106′

 

Nel film la protagonista è una donna che cade vittima dell’abuso di sostanze che la aiutano ad affrontare il periodo di ansia causato dall’imminente uscita dal carcere del marito. A causa di un medicinale la protagonista uccide il marito senza volerlo e finisce sotto processo. Il film diretto da Steven Soderbergh è realizzato con il tipico stile dell’autore, con momenti drammatici intensi e un modo di raccontare molto essenziale.

 

Il Cecchino

di Michele Placido

Con: Daniel Auteuil, Mathieu Kassovitz, Olivier Gourmet. Distribuzione: 01 Distribution

Genere: Drammatico. Durata: 89′

 

A tre anni di distanza da “Vallanzasca – gli angeli del male”, Michele Placido torna in sala con una nuova produzione Italo-francese, un film di genere che vede nel cast due punte di diamante del cinema d’oltralpe, Daniel Auteuil e Mathieu Kassovitz. Placido regista affronta temi polizieschi con uno stile che lo avvicina molto al cinema thriller americano. Purtroppo, anche in questo caso la violenza non manca e rischia di divenire l’elemento più evidente a discapito del profilo dei personaggi.

 

Miele

di Valeria Golino

Con: Jasmine Trinca, Carlo Cecchi, Libero De Rienzo. Distribuzione: BIM. Genere: Drammatico. Durata: 110′

 

Miele è un film a tema e narra la storia di Irene, una ragazza di trent’anni che ha deciso di aiutare le persone che soffrono: malati terminali, persone con grandi sofferenze che vogliono abbreviare l’agonia; in altre parole, ne procura l’eutanasia. Un giorno a richiedere il suo servizio è un settantenne in buona salute, che ritiene semplicemente di aver vissuto abbastanza. L’incontro metterà in discussione le convinzioni di Irene e la coinvolgerà in un dialogo serrato lungo il quale la relazione tra i due sembrerà infittirsi di sottintesi e ambiguità affettive. Il film affronta il tema dell’eutanasia, giustificandola in certi casi (persone malate), facendola diventare un problema solo se si tratta di persone sane che la richiedono. L’impostazione è tipica di un certo modo di pensare che fa sembrare l’eutanasia, come altre cose del genere, delle conquiste che (questo è il subdolo suggerimento) vanno regolamentate. In realtà si gioca sulle parole e si rimane parecchio in superficie per il rischio di mettere in evidenza contraddizioni che porrebbero in dubbio l’assunto iniziale.

 

Hansel & Gretel: cacciatori di streghe

di Tommy Wirkola

Con: Jeremy Renner, Gemma Arterton, Famke Janssen. Distribuzione: Universal. Genere: Horror. Durata: 90′

 

Che cosa sarebbe successo se una volta adulti Hansel e Gretel avessero deciso di far sì che nessun bambino si trovasse a vivere la loro prima terribile esperienza con la strega cattiva? Non fate l’errore di considerarlo un film per ragazzi, in quanto siamo di fronte ad un horror in piena regola, con violenza insistita e gratuita. Se ne sconsiglia l’utilizzo.

   

I film segnalati delle precedenti settimane

 

Il lato positivo di David O. Russell. Commedia, distribuzione: Eagle Pictures

Il figlio dell’altra di Lorraine Levy. Drammatico, distribuzione: Teodora Film

L’amore inatteso di Anne Giafferi. Drammatico, distribuzione: Microcinema

I Croods di Kirk De Micco, Chris Sanders. Film d’animazione, distribuzione: Fox

Su Re di Giovanni Columbu. drammatico, distribuzione: Sacher.

Un giorno devi andare di Giorgio Diritti. Drammatico, distribuzione: Bim.

Bianca come il latte, rossa come il sangue, di Giacomo Campiotti. Drammatico, distribuzione: 01

Le avventure di Zarafa. Giraffa Giramondo di R. Bezançon, J. C. Lie, distr: Good Film

11 Settembre 1683 di Renzo Martinelli. Drammatico, distribuzione: Microcinema

Le avventure di Taddeo l’esploratore di Enrique Gato. Film d’animazione, distr: Eagle Pictures (Jc: baby)