LE USCITE DELLA SETTIMANA (21-24/2)

LE USCITE DELLA SETTIMANA (21-24/2)

Il film della settimana

 

Pinocchio

di Enzo D’Alò. Film d’animazione, distribuzione: Lucky Red (Junior Cinema: Baby)

Nuova rivisitazione del racconto di Collodi, questa volta firmata dal regista de “La freccia azzurra” e “La gabbianella e il gatto”. Presentare Pinocchio ai bambini moderni può creare qualche difficoltà, ma certe storie sono senza tempo e rappresentano un modo per affrontare temi e argomenti importanti, come quello del rapporto genitori-figli. Usando uno stile ormai collaudato e un disegno stilizzato, ma di tipo tradizionale (il tutto impreziosito dalle musiche di Lucio Dalla), D’Alò costruisce il suo Pinocchio dando ampio spazio al personaggio di Geppetto e alla figura del padre. In considerazione anche della forma con cui il film è stato realizzato, questo può essere utilizzato non solo per la visione familiare con i più piccoli, ma anche proposto alle scuole, invitando al confronto tra cinema e letteratura, tra immagini e testo scritto.

 

 

I film in uscita

 

Anna Karenina

di Joe Wright. Drammatico, distribuzione: Universal

Un’eroina, una donna che passa dalle pagine della letteratura al cinema e che Joe Wright ha raccontato con la sceneggiatura di un Maestro dei classici: Tom Stoppard (“Shakespeare in Love” e “Rosencrantz e Guildenstern sono morti”) oltre ad un cast di attori britannici di altissimo livello. Un vero colossal costato 31 milioni di sterline, 12 settimane di riprese tra l’Inghilterra e la Russia e la costruzione di innumerevoli set. Questa volta, Wright famoso per il rispetto filologico dei suoi precedenti adattamenti letterari – pensiamo ad “Orgoglio e Pregiudizio” o “Espiazione” – ha cambiato radicalmente stile e ‘tradisce’ in pieno Tolstoj girando l’intera storia dentro e davanti ad un teatro di posa. Il regista, sottolinea l’idea di messa in scena, utilizzando simbolicamente gli oggetti che fanno parte del luogo e giocando con le scenografie di notevole ricchezza visiva.

 

Beautiful Creatures

di Richard LaGravenese. Fantasy, distribuzione: Eagle Pictures

Dopo Twilight ecco una nuova saga fantasy preparata per gli adolescenti: magia bianca e nera, antiche maledizioni e naturalmente una storia d’amore. Il rischio è il ripetersi di uno schema già visto, forse in linea con certi gusti di oggi e con l’omologazione televisiva che privilegia la ripetitività, ma il pensare che gli adolescenti di oggi non siano capaci di appassionarsi ad altro sembra sinceramente un po’ riduttivo. Per questo non ci sentiamo di metterlo tra i film segnalati da Junior Cinema e nutriamo anche dubbi sul reale successo commerciale del film.

 

Captive

di Brillante Mendoza. Drammatico, distribuzione: Nomad 

Il regista di “Kinatay” (Premio a Cannes 2009 per la regia) Brillante Mendoza porta sul grande schermo un’odissea realmente vissuta da un gruppo di sequestrati tra cui un’assistente sociale francese, che ha il volto di Isabelle Huppert. Il film racconta in modo crudo e realistico quell’avventura nelle Filippine tra il mare e la giungla, le repentine fughe e gli estenuanti scontri tra i rapitori, separatisti islamici del gruppo Abu Sayyaf, i militari che li inseguono e i 20 turisti finiti in un incubo durato oltre un anno. Ispirato a fatti reali il racconto del regista filippino ha il pregio dell’immediatezza e può essere utilizzato in situazioni mirate in cui i riferimenti storici, culturali e politici possono essere di aiuto per presentare e discutere le problematiche affrontate.

 

Gambit

di Michael Hoffman. Commedia, distribuzione: Medusa

Harry Deane ( Colin Firth), curatore di mostre londinese, organizza un’astuta macchinazione per raggirare l’uomo più ricco d’Inghilterra, l’avido collezionista Lionel Shabandar, ( Alan Rickman) convincendolo ad acquistare un falso dipinto di Monet. Come esca, recluta una regina del rodeo texana, (Cameron Diaz) che si farà passare per una donna il cui nonno mise le mani sul dipinto alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Una commedia di stile classico che fa leva sull’interpretazione di attori famosi e di livello.

 

Gangster Squad

di Ruben Fleischer. Drammatico, distribuzione: Warner Bros

Nel 1949 presso il Dipartimento di Polizia di Los Angeles, divenuta una delle città più violente degli Stati Uniti, viene formata una task force speciale, guidata dai sergenti John O’Mara (Josh Brolin) e Jerry Wooters (Ryan Gosling), con il compito di catturare uno dei criminali più noti: Mickey Cohen (Sean Penn), che gestisce un vasto traffico di droga, armi, prostituzione e scommesse clandestine e che ha costruito un vero e proprio impero del crimine. Si tratta di una reinterpretazione del genere gangsteristico, con omaggi ai classici che ne giustificano la forma curata e patinata. La violenza non manca e in certi casi risulta anche eccessiva.

 

The Sessions – Gli appuntamenti

di Ben Lewin. Drammatico, distribuzione: Fox

Basato sulla autobiografia del giornalista e poeta Mark O’Brien, il film racconta la storia di un uomo che ha vissuto quasi sempre in un polmone d’acciaio e che all’età di 38 anni, decide di perdere la verginità. Con l’aiuto di un terapista e la guida di un prete, paga una prostituta, un “surrogato” sessuale, per riuscire nel suo intento… Il film avrebbe la pretesa di affrontare il tema della disabilità anche nei suoi aspetti più delicati e questo potrebbe essere anche uno spunto di discussione, ma ciò che, dal punto di vista tematico, rende indigesta l’operazione è il mettere insieme troppi aspetti per cui alla fine il tutto resta superficiale. Basti pensare al fatto che il bisogno di “intimità” del protagonista, si risolve alla fine solo in uno sfogo di istinti. Il film è scabroso, moralmente negativo e ricco di luoghi comuni anti cattolici (per esempio, il modo con cui è rappresentata la figura del sacerdote). Il suo utilizzo è da sconsigliare.

 

The Summit

di Massimo Lauria e Franco Fracassi. Documentario, distribuzione: Minerva

Il film, diretto dai giornalisti d’inchiesta Franco Fracassi e Massimo Lauria, dopo una lunga indagine condotta insieme ad un gruppo di altri giornalisti, cerca di far luce, a dieci anni di distanza, su molte zone d’ombra del G8 di Genova e racconta i meccanismi che hanno portato alla violenza indiscriminata da parte delle forze dell’ordine e di una parte dei manifestanti, assieme agli interessi politici internazionali presenti. Come tutti i film a tema, le scelte degli autori creeranno in alcuni condivisione, in altri rifiuto. Può essere uno spunto per affrontare un dibattito su quell’evento ormai storico e su certi aspetti di tipo politico e sociale, anche attuali.

 

Segnalazioni prossime uscite

 Per le sale interessate ad iniziative per l’anno della fede, si segnala in uscita il 21 Marzo, distribuito da Microcinema, il film L’AMORE INATTESO di Anne Giafferi che affronta con delicatezza, interessanti temi di carattere spirituale.

 

I film delle precedenti settimane

 Tra i film usciti nelle precedenti settimane ricordiamo alle Sale della comunità alcuni titoli che riteniamo di qualità e che possono essere tenuti in considerazione per la programmazione sia ordinaria che in rassegne o cicli culturali:

 

Frankenweenie di Tim Burton. Film d’animazione, Distribuzione: Walt Disney (Junior Cinema: Teens)

Lincoln di Steven Spielberg. Drammatico, distribuzione: Fox (Junior Cinema: Young)

Quartet di Dustin Hoffman. Commedia, distribuzione: BIM

Flight di Robert Zemeckis. Drammatico, distribuzione: Universal

In Darkness di Agnieszka Holland. Drammatico, distribuzione: Good Film (Junior Cinema: Young)

Les Misérables di Tom Hooper. Musical, distribuzione: Universal

The Impossible di Juan Antonio Bayona. Drammatico, distribuzione: Eagle Pictures

Zambezia di Wayne Thornley. Film d’animazione, distribuzione: Moviemax

Re della terra selvaggia di Benh Zeitlin. Drammatico, distribuzione: Bolero Film