L’intrepido

L’intrepido

Intrepido

L’ intrepido

GENERE: Drammatico REGIA: Gianni Amelio SCENEGGIATURA: Gianni Amelio, Davide Lantieri ATTORI: Antonio Albanese, Sandra Ceccarelli, Alfonso Santagata, Livia Rossi, Gabriele Rendina FOTOGRAFIA: Luca Bigazzi MONTAGGIO: Simona Paggi MUSICHE: Franco Piersanti PRODUZIONE: Palomar con Rai Cinema DISTRIBUZIONE: 01 Distribution PAESE: Italia 2013 DURATA: 104 Min USCITA CINEMA: 

 

Se Gianni Amelio aveva gran desiderio, come si dice, di voler lavorare con Antonio Albanese non è detto che l’unione fra un grande regista ed un bravo attore necessariamente riescano a creare un capolavoro.

E’ così che nasce un film , L’intrepido,  la cui vicenda non è facilmente narrabile dal momento che si tratta di un continuo susseguirsi di scene in cui il protagonista svolge i lavori più diversi ,dal tranviere al muratore al pupazzo di strada al cameriere,ecc. 

Antonio Pane ha perso il lavoro e si adatta a fare il “rimpiazzo” affidandosi al buon cuore di un ‘caporale’ che non è particolarmente propenso a pagarlo; ha anche un figlio idealista che spera di raggiungere il successo grazie alle sue reali qualità di sassofonista. Antonio ha anche una moglie che lo ha lasciato per un nuovo ricco compagno. In questo quadro si inserire anche una la figura di una ragazza in crisi a cui lui passa le risposte ai test di un concorso.

Tutti questi elementi non concorrono però a costruire un quadro preciso, non portano un messaggio ma si limitano a dare un affresco nemmeno tanto approfondito di uno stato sociale in cui il lavoro rappresenta un problema difficilmente risolvibile; argomento che il film non riesce ad approfondire e su cui non riesce a proporre una propria visione restando ad un livello superficiale.

In questo quadro non si può non osservare come l’interpretazione di Albanese sia assolutamente apprezzabile anche non solo per il fatto che tutto il film è basato su di lui.

Per lo spettatore mancano variazioni di tema e tutto si svolge sullo stesso registro non creando emozioni come neppure temi su cui soffermarsi a riflettere. E’ una commedia ? E’ un film drammatico : difficile inquadrarlo.