MADAGASCAR 3: RICERCATI IN EUROPA

MADAGASCAR 3: RICERCATI IN EUROPA

di Eric Darnell, Tom McGrath, Conrad Vernon

(Madagascar 3: Europe’s Most Wanted) REGIA: Eric Darnell, Tom McGrath, Conrad Vernon. SCENEGGIATURA: Eric Darnell, Noah Baumbach (Formato: Panoramico/Colore- 3D). MUSICA: Hans Zimmer. PRODUZIONE: Pdi/Dreamworks. DISTRIBUZIONE: Universal. GENERE: Film d’animazione. ORIGINE: USA. ANNO: 2012. DURATA: 93’. – Junior Cinema: Baby

Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria l’ippopotamo, fuggiti dallo zoo di New York City e sbarcati in Madagascar prima, in Africa centrale poi, hanno nostalgia della Grande Mela e per questo nuotano fino a Monte Carlo, alla ricerca dell’aeroplano dei pinguini. Sul suolo francese però, l’ufficiale del controllo animali, Capitaine Chantel DuBois li elegge a nemico numero uno, perché non ama che animali da zoo scorrazzino liberamente. Scappare con il treno di un circo è la loro unica speranza: un impresario americano a Londra potrebbe comprare lo show e riportarli tutti a casa. L’esibizione, però, è tutta da inventare, ovviamente in stile Madagascar! Presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2012, il film è il terzo episodio della saga animata targata Dreamworks. Per la prima volta in 3D, gli animali di Madagascar sono in fuga, si nascondono in un Circo, compiono evoluzioni sfidando la morte e fanno nuove amicizie. Saranno inoltre lontani dall’Africa, scelta ben ponderata da regista e produzione, ispiratisi, parole loro, agli spettacoli del Cirque du Soleil. Il viaggio dei nostri protagonisti li ha portati da New York all’isola omonima di Madagascar, poi nei deserti dell’Africa. Nell’ultima puntata si dirigono in Europa e ciò, naturalmente, comporta una scala molto maggiore, sia in termini visivi che di narrazione.

“Ci siamo resi conto che, stilisticamente, già avevamo fatto dei film in 3D – ha spiegato il regista McGrath a proposito dell’utilizzo di questa tecnologia – Una volta che abbiamo capito quanto la nostra cinematografia si adattasse perfettamente al mondo del 3D, in realtà non abbiamo dovuto cambiare molto di quello che già stavamo facendo. Mettere i nostri animali in un Circo ci ha dato automaticamente delle favolose opportunità: non ci muoviamo soltanto sulla superficie della terra, ma siamo nell’aria, lanciando, volteggiando e volando, naturalmente”. Naturalmente per dare nuova linfa alla storia era necessario introdurre nuovi personaggi. Il primo che incontriamo è Chantel duBois, una sorta di Crudelia deMon, alla quale presta la voce Frances McDormand. Il leone Alex, leader ideale del gruppo di animali, dovrà poi vedersela con Vitaly, il Gatto Supremo del circo, doppiato da Bryan Cranston. L’attore Martin Short ha invece regalato voce e movenze al Leone marino Stefano, ma la vera rivelazione è Jessica Chastain nei panni della giaguara Gia. “Mi è piaciuto moltissimo interpretare Gia perché ha un cuore enorme ma è anche ferocemente protettiva nei confronti della sua famiglia – ha dichiarato l’attrice – lavorare nell’animazione è stata un’esperienza completamente nuova. C’è qualcosa di estremamente liberatorio nell’essere di fronte ad un microfono. Quando mai in un film live-action potrei trasformarmi a tal punto da interpretare un giaguaro italiano!”. Tornano naturalmente nel cast vocale Ben Stiller, Chris Rock, David Schwimmer e Jada Pinkett Smith. “C’è un’innocenza in questi personaggi che li accompagna nel corso della vita, nonostante non sappiano bene come trattare con il mondo reale – dice Stiller – Sono ancora nella fase di apprendimento, e la stanno affrontando insieme. E poi abbiamo questa stupenda animazione, dall’atmosfera vagamente retrò che ricorda delle vibrazioni alla Tex Avery”.

*La colonna sonora è stata composta interamente da Hans Zimmer, mentre Fireworks di Katy Perry è stata scelta per allestire una scena spettacolare all’interno del circo. “Alle persone piace l’amicizia e le relazioni che si instaurano tra i personaggi – conclude il cast all’unanimità – tutti i film di ‘Madagascar’ sono divertenti. Ruotano sempre attorno a temi centrali e semplici: le relazioni, cioè come qualcuno si relaziona agli altri e al mondo, e tutto ciò è facilmente comprensibile e rintracciabile su tutta la linea, sia per un adulto che per un bambino”.

CLASSIFICAZIONE FILM: Baby
Tipologia Utilizzo: GENERALE

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.