Cinema e fede

Cinema e fede

cinema e fedeCome può il cinema essere di supporto alla fede ? La fede è dono di Dio , ma è un dono che deve essere chiesto, è un’esigenza che deve maturare dentro di noi. E’ la parola di Dio che ci viene comunicata che ,con il nostro contributo, può compiere il miracolo.Ne consegue che tutto ciò che è atto a comunicare può essere quindi utilizzato a questo fine.Il cinema è un mezzo di comunicazione, una comunicazione per immagini molto più ‘potente’ delle tradizionali comunicazioni linguistiche ma il fatto che sia un “mezzo” implica la necessità di conoscere come devono essere utilizzati questi strumenti.

Una enciclica, addirittura , l’ “Inter mirifica” ,promulgata da Paolo VI  già nel ’63 , sottolinea l’importanza della corretta conoscenza ed uso degli strumenti della comunicazione sociale.E’ sempre una sorpresa scoprire come la semiologia, lo studio dei codici linguistici, la codifiche del messaggio ecc. siano un meraviglioso mondo da scoprire. 

A questo punto è doverosa anche un’altra riflessione: se oggi è complicato comunicare con gli altri, è ancora più complicato riuscire a far comunicare un pubblico; Il moderare o dirigere un dibattito è un’arte oltre che una scienza e non è sufficiente avere buone proprietà di linguaggio o particolare capacità oratoria: esistono specifici processi di psicologia di massa che è utile conoscere. 

Credo che in quest’ottica si ponga l’impegno della diocesi di Firenze con il suo prossimo intervento mirato alla formazione degli operatori di cineclub che si terrà prossimamente presso la comunità giovanile della S: Michele in Firenze , sede di uno dei più antichi cineclub fiorentini.  L’ANCCI (l’associazione cattolica dei circoli di cultura cinematografica) ,che è stata chiamata a collaborare a questo progetto è ben felice di rispondere all’appello degli organizzatori , Don Alessandro e Stefano, vedendo in quanto proposto un primo momento di formazione a cui ne faranno seguito in primavera altri  organizzati dall’ANCCI e dall’ACEC (ass. cattolica esercenti cinema) specificatamente dedicati agli operatori di sale della comunità.