Programmazione cinema Nuova Aurora -Sansepolcro- 31mar – 4apr.

Programmazione cinema Nuova Aurora -Sansepolcro- 31mar – 4apr.

truth

Giovedì  31  ore 21,30
Venerdì 1  ore 21,30
Sabato 2  ore 21,30
Domenica 3 ore 19,00 e 21,30

TRUTH – IL PREZZO DELLA VERITÀ

di James Vanderbilt

Con: Robert Redford, Cate Blanchett, Elisabeth Moss, Topher Grace, Dennis Quaid. Distribuzione: Lucky Red. Genere: Drammatico.

Il film si ispira al libro “Truth and Duty: The Press, the President and the Privilege of Power”, scritto dalla giornalista e produttrice televisiva Mary Mapes (interpretata da Cate Blanchett) che per anni ha lavorato alla trasmissione della CBS “60 minutes”, al fianco del noto anchorman Dan Rather (Robert Redford). Il film narra le vicende che hanno portato al controverso caso, noto come “Rathergate”, sui presunti favoritismi ricevuti da George W. Bush per evitare l’arruolamento per la guerra in Vietnam. Una storia non confermata che, emersa nel 2004, a due mesi dalle elezioni presidenziali americane, ha poi provocato le dimissioni di Rather e il licenziamento di Mapes, portando tutta la CBS News ad un passo dal collasso. Ricca ricostruzione storica di notevole impegno civile con grandi interpreti.

heidi

Sabato 2  ore 18,00
Domenica 3  ore 16,30

HEIDI

di Alain Gsponer

Con: Bruno Ganz, Anuk Steffen, Katharina Schuttler, Jella Haase. Distribuzione: Lucky Red. Genere: Avventuroso. JUNIOR CINEMA: Baby-Teens

Heidi è una bambina felice che vive in compagnia del nonno in una piccola casetta sulle montagne svizzere. Insieme al suo migliore amico Peter si diverte prendendosi cura delle caprette e godendosi la libertà della vita sui monti. Ma queste giornate spensierate si interrompono quando la zia Dete decide di portare Heidi a Francoforte. Lì dovrà fare compagnia a Klara, la figlia del ricco Signor Seseman, e insieme a lei imparare a leggere e scrivere sotto la supervisione della severa signorina Rottnmeier. In città Heidi conoscerà quindi un’amica inseparabile e l’amore per la lettura, ma la nostalgia delle sue amate montagne e di suo nonno si faranno sentire presto…Versione con attori e scenari reali della celebre serie animata, il film risulta adatto alla visione familiare, anche per i più piccoli.

suffragette

Lunedì  4  ore  21,30

                Serate d’autore – Ciclo “Cinema e impegno civile”

SUFFRAGETTE

di Sarah Gavron

Con: Carey Mulligan, Helena Bonham Carter, Meryl Streep. Distribuzione: BIM. Genere: Drammatico.

L’incredibile storia delle prime esponenti del movimento di emancipazione della donna. Il film racconta delle prime donne costrette nella clandestinità a ribellarsi contro l’oppressione politica e sociale del proprio tempo e a chiedere diritti fondamentali come quello di partecipare alle elezioni politiche fino ad allora concesso ai soli uomini. Ricostruzione d’epoca raffinata e sofisticata e attrici di talento al servizio di una nobile causa.

Cinema ed impegno civile

Acec logo

CINEMA E IMPEGNO CIVILE
logo Cinema Aurora

L’ ACEC Toscana nel mese di Aprile 2016 presenta al Cinema Nuova Aurora di Sansepolcro un percorso di tre film che, affrontando la rivisitazione storica di eventi che hanno portato a cambiamenti importanti a livello sociale e politico (il voto alle donne, la liberazione italiana dal nazifascismo), oppure argomenti di pressante attualità (l’immigrazione), invitano a riflettere attraverso il cinema su importanti valori quali la libertà, l’uguaglianza e la solidarietà che sono alla base della convivenza civile dei popoli.

                                               Lunedì 4 Aprile ore 21,30

SUFFRAGETTE                                                 

di Sarah Gavron. Con: Carey Mulligan, Helena Bonham Carter, Meryl Streep. Drammatico, Gran Bretagna.suffragette

Londra, 1903. Guidato dall’attivista Emmeline Pankhurst, un gruppo di donne inglesi comincia una lotta aspra e decisa per ottenere il suffragio universale. Le donne, di estrazione sociale diversa e di differente collocazione professionale, rivendicano la necessità di un cambiamento nei confronti di una situazione ormai insostenibile: orari di lavoro pesantissimi e nessun coinvolgimento nei momenti decisionali. Il film racconta la dura e difficile battaglia di questo gruppo di eroine visionarie per portare all’acquisizione di diritti fondamentali quali la tutela sul lavoro e la possibilità anche per le donne di influire sulle scelte politiche della nazione attraverso la partecipazione al voto. Il film è realizzato con innegabile precisione, prezioso e di nitida pulizia descrittiva. Nel suo insieme la società inglese è osservata con esattezza, senza sbavature né estetismi. 

Giovedì 14 Aprile ore 21,30

FUOCOAMMARE                                                

di Gianfranco Rosi. Con: Samuele Pucillo, Mattias Cucina, Samuele Caruana. Film documento, Italia.  

fuocoammareRosi si è trasferito per più di un anno sull’isola di Lampedusa facendo esperienza di cosa vuol dire vivere sul confine più simbolico d’Europa, raccontando i diversi destini di chi sull’isola ci abita da sempre, i lampedusani, e chi ci arriva per andare altrove, i migranti. Da questa immersione è nato il documentario che racconta la storia di Samuele che ha 12 anni ed è testimone dei drammi di uomini, donne e bambini che cercano di raggiungere la sua isola. Ma non è un’isola come le altre, è Lampedusa, approdo e crocevia negli ultimi 20 anni di migliaia di migranti in cerca di libertà. Il film, presentato al Festival di Berlino, nel cuore di un’Europa che erige muri e stende filo spinato, ha scatenato lunghi applausi sia al termine della proiezione, che in conferenza stampa e ha ricevuto l’Orso d’Oro, il massimo premio del Festival, segno che, al di là dei pregi cinematografici, ha toccato il cuore di chi l’ha visto e valutato.

      Giovedì 28 Aprile ore 21,30

VILLA TRISTE                                            

di Fabrizio Favilli. Con: Gabriele Tiziani, Simone Faucci, Rosalba Battaglia. Drammatico, Italia.

Villa Triste era un luogo di Firenze dove venivano imprigionati e torturati tutti i ribelli del  fascismo. Villa tristeFabrizio Favilli è il regista del film, presentato all’ultimo festival di Venezia nella sezione “Venice film market”. Il film racconta vicende che oggi sembra impossibile siano potute succedere. Eppure, è tutta vera quella spirale di odio e di vendette che colpì l’Itala durante gli anni della seconda guerra mondiale e dell’occupazione nazista. Il regista racconta i fatti mostrandoli nella loro realtà cruda, con lo scopo di far riflettere sul bene inestimabile della democrazia e della libertà. Alla fine non ci sono vincitori, ma l’amarezza di un grande dolore e l’ammonimento che “ricordare” significa anche “vegliare” perché questo non accada più e perché il bene della libertà che tanti ci hanno conquistato a costo della vita, venga conservato e valorizzato come si deve.