RALPH SPACCATUTTO

RALPH SPACCATUTTO

ralphspaccatuttoRALPH SPACCATUTTO

di Rich Moore

Walt Disney Pictures

(Wreck-It Ralph) REGIA: Rich Moore. SCENEGGIATURA: Phil Johnston, Jennifer Lee. MONTAGGIO: William J. Caparella (Formato: Cinemascope/Colore- 3D). MUSICA: Henry Jackman. PRODUZIONE: Walt Disney Pictures. DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures. GENERE: Film d’animazione. ORIGINE: USA. ANNO: 2012. DURATA: 101’. – (Junior Cinema: Baby-Teens)

 52º classico Disney secondo il canone ufficiale, Ralph Spaccatutto ci trasporta nel mondo dei videogiochi, ovviamente in 3D. Ralph Spaccatutto è il terribile villain del videogioco Felix Aggiustatutto nel quale distrugge senza pietà tutto ciò che il protagonista costruisce. Ralph fa questo lavoro da ormai trent’anni, ma inizia ad esser stanco di mostrare solo il suo lato peggiore. Proverà anche lui a dimostrare che si può essere buoni e, per farlo, fugge dal videogioco attraverso i cavi di alimentazione. Si ritrova però all’interno di Hero’s Duty, uno sparatutto in prima persona dove deve correre in soccorso del sergente Calhoun impegnato a sconfiggere a gli Insettoidi, gli invasori alieni del gioco. Conclusa questa avventura Ralph entra in Sugar Rush, nel quale incontra Vanellope von Schweetz. La giovane gli rivela che il suo videogioco è minacciato da qualcosa di non ben identificato, ma che potrebbe compromettere per sempre l’intera “comunità” dei videogiochi. Ralph dovrà dimostrare veramente quanto vale, per scongiurare questa eventualità….Dietro la macchina da presa troviamo Rich Moore, acclamato regista di episodi di serie tv cult come “I Simpsons” e “Futurama”. Al doppiaggio originale, molti attori noti come John C. Reilly, Sarah Silverman, Jack McBrayer e Jane Lynch. Il film è stato sceneggiato da Jennifer Lee a partire da una storia originale scritta da Sam Levine e chiamata “Joe Jump”. In occasione della promozione la Disney ha anche diffuso sul sito della pellicola, il videogioco “Felix Aggiustatutto”.

* “Felix Aggiustatutto Felix” è, in realtà, il nome di un video gioco anni ’80. E’ impegnato a riparare con il suo martello magico tutto quello che Ralph spacca nel condominio Belposto. I giocatori da fuori che lo aiutano gli fanno vincere le medaglie che lo confermano come ‘buono’, mentre Ralph resta il ‘cattivo’. In un sistema in cui gli schemi sono prefissati, è pensabile uscire dal proprio ruolo? Da questo interrogativo si snoda la storia che la Walt Disney Animation Studios struttura facendo ricorso ad una grande tecnica quanto a profondità e dimensione dell’immagine. I quattro mondi unici che compongono il gioco rappresentano altrettanti livelli narrativi, che i personaggi attraversano, puntando sul vero e sul fantastico in un continuo rimbalzo tra attese, speranze, cambiamenti, ribaltamenti di prospettive. La fiaba scorre in un rutilante scenario di colori ed emozioni. Colpisce soprattutto la capacità di regista e sceneggiatori di vitalizzare il meccanico mondo dei videogiochi con una spruzzata di sentimenti autentici, fatti di cuore, dolore, rimpianti, voglia di vita semplice e felice. Nel succedersi di varie prospettive caratteriali, nel ribaltarsi di atteggiamenti e modalità affettive, si dipana un universo allegro, sfaccettato, indirizzato verso alcuni insegnamenti semplici, facili, non pedanti, di immediata comprensione sulla possibilità di restate legati a se stessi e mettere la propria identità al servizio degli altri. Spettacolo notevole, con un 3D adeguato, per un film divertente, istruttivo e brillante.