Snowpiercer

Snowpiercer

Snowpiercers 

Quanti sono i possibili day after ?

Ancora un film sulle tematiche del “day after”: nel 2014 gli scienziati decidono di arrestare  il surriscaldamento della terra immettendo nell’atmosfera un gas che avrebbe dovuto abbassarne la temperatura , ma le cose non vanno come previsto e la terra viene avvolta da un manto di ghiaccio che vi cancella la vita. Uno scienziato, appassionato di treni non crede alla teoria corrente e costruisce la sua ‘arca di Noè’ , che naturalmente è un treno, e vi fa salire quanti acquistano un biglietto suddiviso per classi. In coda vi saranno i più poveri ed in testa i ricchi mentre la lussuosa locomotiva , cuore di tutto, è riservata al costruttore. Il treno, il cui nome di ricorda il ‘bucaneve’ in grado di trapassare le valanghe di neve che cadono sui binari, è spinto con un generatore ad energia perpetua e viaggia incessantemente intorno al mondo ma è un ecosistema  chiuso che deve mantenere un equilibrio perfetto fra le varie componenti. Così se gli uomini o i pesci,crescono troppo ,vanno eliminati.

Il treno viaggia già da 17 anni quando qualcuno della classe più disagiata decide di ribellarsi.

Il tema è quindi assolutamente scontato : da un disastro planetario si salvano solo pochi eletti che contro ogni speranza riusciranno a far sì che l’umanità continui a vivere; la storia specifica raccontata dal nostro regista coreano Joon-Ho Bong è però interessante e l’interpretazione del protagonista Chris Evans (presente contemporaneamente sugli schermi anche con il film “Capitan america”) è all’altezza della drammaticità del ruolo.

Siamo quindi di fronte ad un thriller  più che  ad un film di fantascienza;  un thriller ambientato su ipotetici vagoni di un treno, con una  scenografia  – sempre diretta dal regista – , non opprimente con uno  spazio narrativo che si dilata oltre la realtà.

Dietro a tutto ciò è difficile trovare un motivo di riflessione , un suggerimento che vada oltre alla vicenda e la stessa causa ecologica che origina il ‘day after’ rimane un pretesto marginale.

In sostanza un film che si vede bene, ben raccontato ,che in molti punti appassiona ma che è difficile etichettare come capolavoro  o come una nuova proposta di film fantascientifici: un buon thriller d’azione.

 (Vito Rosso)

DATA USCITA: 26 marzo 2014 GENERE: Azione, Fantasy, Avventura ANNO: 2014 REGIA: Joe Russo, Anthony Russo
SCENEGGIATURA: Christopher Markus, Stephen McFeely ATTORI: Chris Evans, Samuel L. Jackson, Anthony Mackie, Scarlett Johansson, Robert Redford, Sebastian Stan, Cobie Smulders, Frank Grillo, Toby Jones, Emily Vancamp  FOTOGRAFIA: Trent Opaloch PRODUZIONE: Marvel Studios DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures PAESE: USA
DURATA: 128 Min FORMATO: 3D

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.