THE HELP

THE HELP

di Tate Taylor

(The Help) REGIA: Tate Taylor. SCENEGGIATURA: Tate Taylor, tratto da romanzo “L’aiuto” di Kathryn Stockett (Ed. Mondadori). INTERPRETI: Emma Stone, Bryce Dallas, Jessica Chastain, Mike Vogel, Mary Steenburgen, Allison Janney. FOTOGRAFIA: Stephen Goldblatt (Formato: Panoramico/Colore). MUSICA: . PRODUZIONE: Reliance Big Entertainment, 1492 Pictures, Dreamworks Pictures. DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures. GENERE: Drammatico. ORIGINE: USA. ANNO: 2012. DURATA: 146’. – (Junior Cinema: Young)

Mississippi (USA), anni 60. Eugenia ‘Skeeter’ Phelan è una ragazza della buona società che ha finito l’università e vuole diventare una scrittrice. Tornata a casa, decide di raccontare la storia delle discriminazioni razziali che hanno subito le donne di colore che da sempre si sono prese cura delle famiglie della zona. Per realizzare il suo progetto, Skeeter inizia a intervistare alcune di queste donne, tra cui Aibileen e Minnie, ma la sua iniziativa non tarderà suscitare scandalo e imbarazzo nella cerchia borghese di amici e concittadini…. Il cambiamento è iniziato da un sussurro…’ afferma Skeeter, la cui voce ha scoperchiato un silenzio che era diventato troppo rumoroso. Una rivoluzionaria giovane donna nell’America degli anni ’60, ha denunciato come i bianchi trattavano le domestiche di colore. La ragazza stravolgerà con le sue interviste per un libro la vita di amici e concittadini, costretti a rivedere le loro ataviche convinzioni, di cui la portavoce per eccellenza è Hilly Holbrook (Bryce Dallas Howard), reginetta dei salotti borghesi.

The Help è tratto dall’omonimo romanzo di Kathryn Stockett, alla quale rifiutarono il libro sessanta volte prima di trovare un editore disposto a pubblicarlo. Quando – dopo cinque anni di lavoro sul testo – uscì The Help, era il 2009, la scrittrice prese la sua rivincita dato che diventò immediatamente un successo editoriale incredibile, numero uno nella prestigiosa classifica del New York Times, bestseller tradotto per 35 Paesi. Nel dicembre, sempre del 2009, i produttori Chris Columbus, Michael Barnathan e Michael Radcliffe decisero di fare un adattamento cinematografico di The Help con la loro società di produzione 1492 Pictures. A quel punto la regia e la sceneggiatura andarono di diritto a Tate Taylor, amico d’infanzia dell’autrice del romanzo, che aveva opzionato i diritti cinematografici del libro prima della sua uscita. Il film è arrivato negli Usa nell’agosto scorso e ha avuto un eccellente accoglienza di pubblico e critica, tanto che per molti giornalisti rientrerà nella decina dei migliori film per gli Oscar.

The Help è un film estremamente avvincente ed emozionante. Si partecipa insieme ad Eugenia “Skeeter” Phelan, questa ragazza così intelligentemente tenace e determinata, alla sua crociata per dare dignità a persone che non l’hanno mai avuta e che l’hanno fatta diventare una donna adulta prendendosi cura di lei. Infatti lei, come tutti i bambini bianchi di quell’epoca è stata cresciuta da una donna di colore, una donna che Skeeter ama più di sua madre che desidera solo vederla sposata e rassegnata al fianco di un marito, e che è sparita. La rivoluzione di questa giovane parte proprio dal volere ridare corpo e voce a Costantine, la sua governante che l’ha sempre sostenuta sin dai primi giorni di vita e della quale, alla Skeeter adulta, è proibito sapere quale sia stato il destino.

Negli anni Sessanta, durante le prime canzoni di protesta di Bob Dylan che testimoniano e cristallizzano un’epoca di nascente sovvertimento, Skeeter, Aibileen e Minny, si ritroveranno a lavorare segretamente ad un progetto comune che scuoterà la società razzista di Jackson e al contempo farà sì che siano esposte a gravi ed inaspettati rischi. I rigidi confini che delimitano le loro esistenze finiranno comunque per scontrarsi con il vento della libertà, il quale, una volta tanto, comincerà a soffiare in direzione dei più meritevoli. Merito della riuscita di questo film va in buona parte alle bravissime interpreti, ad iniziare dalla stella emergente Emma Stone nel ruolo di Skeeter, a Viola Davis in quello di Aibileen, mentre Octavia Spencer (Pretty Persuasion) è Minny; accanto a loro, Bryce Dallas Howard, Jessica Chastain e Sissy Spacek. Splendida la colonna sonora curata dall’eccellente Thomas Newman.

* Il film risulta molto interessante per conoscere lo spaccato di un’epoca in cui, negli Stati Uniti i venti della discriminazione razziale soffiavano ancora molto forti, ma è anche utile per affrontare (anche in proiezioni riservate alle scuole) dibattiti e riflessioni sul razzismo e le sue cause in varie parti del mondo.

CLASSIFICAZIONE FILM: Young
Tipologia Utilizzo: GENERALE

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.