USCITE CINEMA 19 – 22 Marzo 2015

USCITE CINEMA 19 – 22 Marzo 2015

Uscite Cinema 19 – 22 Marzo 2015

 

Film che possono essere di interesse

 

BEKAS

di Karzan Kader

Con: Zamand Taha, Sarwar Fazil, Diya Mariwan. Distribuzione: Minerva Pictures. Genere: Drammatico.

Utilizzazione: Attività culturale/Cineforum – Junior Cinema: Teens

Primi anni ’90. In Iraq due fratelli curdi orfani e senzatetto, Zana, 7 anni, e Dana, 10, vedono il film Superman attraverso un buco nel muro del cinema locale, e decidono di andare in America. Ma, per arrivarci, hanno bisogno di denaro, passaporti, un mezzo di trasporto, un modo per passare la frontiera. Purtroppo non hanno nulla di tutto ciò, ma, imperterriti, stabiliscono di intraprendere il viaggio verso il loro sogno. Raccolgono tutti i denari che hanno e comprano un asino che Zana chiama Michael Jackson. In groppo a Michael, carico di pane e acqua, seguiti da una coda di 30 ragazzi, Zana e Dana iniziano il loro cammino verso l’America e verso Superman. Il film può essere un buon spunto per affrontare, anche con i ragazzi temi attuali e importanti legati alle situazioni socio-politiche delle popolazioni medio-orientali.

 

THE DIVERGENT SERIES: INSURGENT

di Robert Schwentke

Con: Shailene Woodley e Theo James, Kate Winslet, Naomi Watts, Octavia Spencer. Distribuzione: Eagle Pictures. Genere: Fantascienza

Utilizzazione: Attività ordinaria  

The Divergent Series: Insurgent segue Tris e la sua ricerca di alleati e risposte tra le rovine di una futuristica Chicago. Tris e Quattro sono in fuga, inseguiti da Jeanine, la leader degli Eruditi, una fazione elitaria assetata di potere. In corsa contro il tempo, devono scoprire il motivo per cui la famiglia di Tris ha sacrificato la propria vita e perché i vertici degli Eruditi fanno di tutto per fermarli. Condizionata dalle scelte compiute, ma decisa a proteggere chi ama, Tris, con Quattro al suo fianco, affronta sfide impossibili fino a scoprire la verità sul passato e le conseguenze che avrà sul futuro del loro mondo. Ispirato ad una serie letteraria, iniziata col primo romanzo “Divergent” il film è ricco di spettacolari colpi di scena che rendono appassionati le avventure dei protagonisti.

 

FINO A QUI TUTTO BENE

di Roan Johnson

Con: Alessio Vassallo, Paolo Cioni, Silvia D’Amico, Guglielmo Favilla, Melissa Anna Bartolini, Isabella Ragonese. Distribuzione: Microcinema. Genere: Commedia

Utilizzazione: Attività culturale/Cineforum  

L’ultimo weekend di cinque ragazzi che hanno studiato e vissuto nella stessa casa, dove si sono consumati sughi scaduti e paste col nulla, lunghe discussioni e brevi amplessi, nottate sui libri e feste all’alba, invidie, gioie, spumanti, amori e dolori. Ma adesso quel tempo di vita così acerbo, divertente e protetto, sta per finire e dovranno assumersi le loro responsabilità. Prenderanno direzioni diverse, andando incontro a scelte che cambiano tutto. Chi rimanendo nella propria città, chi partendo per lavorare all’estero. Il racconto degli ultimi tre giorni di cinque amici che hanno condiviso il momento forse più bello della loro vita, di sicuro quello che non scorderanno mai. Il film è accattivante e pone interessanti problematiche attuali. Peccato per certi eccessi e qualche caduta di gusto che poteva essere evitata.

 

VERGINE GIURATA

di Laura Bispuri

Con: Alba Rohrwacher, Emily Ferratello, Lars Eidinger. Distribuzione: Cinecittà Luce. Genere: Drammatico.

Utilizzazione: Attività culturale/Cineforum  

Il film racconta la storia di Hana, una bambina che cresce sulle montagne albanesi, dove vige una cultura arcaica, maschilista, basata sull’onore, che non riconosce alle donne alcuna libertà; padri, fratelli e mariti hanno su figlie, sorelle e mogli un vero e proprio potere di vita e di morte. Per sfuggire al suo destino Hana si appella proprio alla legge della sua terra, il Kanun: giura di rimanere vergine, prende il nome di Mark e si fa uomo, ottenendo così gli stessi diritti dei maschi, ma rinunciando alla sua femminilità e ad ogni forma di amore. Un rifiuto che diventerà la sua prigione. Ma qualcosa di vivo si agita sotto alle nuove vesti e questo sarà l’inizio di un viaggio a lungo rimandato.

 

LATIN LOVER

di Cristina Comencini

Con: Virna Lisi, Marisa Paredes, Angela Finocchiaro, Valeria Bruni Tedeschi. Distribuzione: 01 Distribution. Genere: Drammatico

Utilizzazione: Attività culturale/Cineforum  

Saverio Crispo, il grande attore del cinema italiano, un genio, come lo definisce il critico Picci, è morto dieci anni fa. Le sue quattro figlie, avute da mogli diverse in altrettante parti del mondo, si radunano nella grande casa del paesino pugliese dove l’attore è nato. Nessuna delle figlie ha conosciuto veramente il grande padre che ognuna ha mitizzato e amato nelle epoche diverse della sua trionfale carriera. Nel mezzo dei festeggiamenti, quando ancora è attesa la quinta figlia, l’americana riconosciuta con la prova del Dna, irrompe invece Pedro del Rio, lo stunt che pare conoscere l’attore meglio di chiunque altro. Tra conferenze stampa, proiezioni, rivelazioni notturne di segreti, le donne del grande divo rivaleggiano, si affrontano, in un crescendo di emozioni e situazioni tragicomiche.

 

Le altre uscite

 

CHI È SENZA COLPA

di Michael R. Roskam

Con: Erin Darke, Elizabeth Rodriguez, James Gandolfini, Noomi Rapace, Tom Hardy. Distribuzione: Fox. Genere: Drammatico

La scoperta di un cucciolo abbandonato e maltrattato, spinge un solitario barista a uscire dal suo mondo circoscritto, per spingersi nei meandri del sottobosco di Brooklyn. Primo film di Dennis Lehane, Chi è senza colpa, racconta un’insolita storia d’amore sullo sfondo del mondo del crimine organizzato e del suo inesorabile controllo sui piccoli bar del quartiere, utilizzati per riciclare denaro sporco.

 

LA PRIMA VOLTA DI MIA FIGLIA

di Riccardo Rossi

Con: Anna Foglietta, Fabrizia Sacchi, Stefano Fresi, Benedetta Gargari. Distribuzione: Universal. Genere: Commedia

Alberto (Riccardo Rossi) è un medico della mutua, maniaco dell’ordine, separato da dieci anni e totalmente dedito – emotivamente ed affettivamente – alla figlia quindicenne, Bianca (Benedetta Gargari). Un giorno uguale a tutti gli altri della sua vita completamente organizzata, metodica e ordinata, arriva un fulmine a ciel sereno: legge di nascosto sul diario di Bianca che la sua bambina sta per fare l’amore per la prima volta! Alberto è nel panico, non aveva ancora immaginato che potesse arrivare quel giorno anche per sua figlia: l’angelo della sua vita. Il tema potrebbe anche essere interessante per riflessioni sul rapporto tra giovani di oggi, sesso e affettività, ma è purtroppo presentato con superficialità e l’unico intento sembra quello di strappare qualche risata.

 

UNA NUOVA AMICA

di Francois Ozon

Con: Romain Duris, Anais Demoustier, Raphael Personnaz. Distribuzione: OfficineUBU. Genere: Drammatico 

Tratto da una novella di Ruth Rendell, “Una nuova amica” vive delle emozioni contrastanti vissute da Claire. Profondamente scossa dalla morte della migliore amica, con la quale aveva instaurato un’inscindibile relazione empatica, Claire si riapre alla gioia di vivere dopo una scoperta sorprendente e intrigante sul marito della defunta (Romain Duris), ma in un vortice di segreti, pulsioni inaspettate e doppie identità nascoste, la situazione comincia a sfuggirle di mano.

 

LA SOLITA COMMEDIA – INFERNO

di Fabrizio Biggio, Francesco Mandelli e Martino Ferro

Con: Fabrizio Biggio, Francesco Mandelli, Tea Falco, Marco Foschi, Paolo Pierobon, Gianmarco Tognazzi. Distribuzione: Warner Bros. Genere: Commedia

2015: l’Inferno è nel caos. Una schiera di nuovi peccatori arriva ogni giorno ad affollare gli uffici di Minosse. Ma l’Inferno è una struttura vecchia, antiquata: i nuovi peccatori, non trovando una giusta collocazione e si disperdono tra i gironi. L’idea vincente e’ una catalogazione dei nuovi peccati sulla Terra. E a chi affidare quest’incarico se non a Dante Alighieri, che già una volta, a suo tempo, svolse questo compito con eccellenti risultati? Commedia demenziale che parte da uno spunto che potrebbe essere originale e poi si perde nel solito insieme di volgarità, questa volta anche offensive verso i sentimenti religiosi. Se ne sconsiglia l’utilizzo.