USCITE CINEMA 28 – 31 Gennaio 2016

USCITE CINEMA 28 – 31 Gennaio 2016

USCITE CINEMA 28 – 31  Gennaio 2016

 

Film segnalati

 

JOY

di David O. Russell

Con: Jennifer Lawrence, Bradley Cooper, Robert De Niro, Virginia Madsen, Diane Ladd e Edgar Ramirez. Distribuzione: Fox. Genere: Drammatico

Utilizzazione: Attività ordinaria/Attività culturale-cineforum

Il film narra la storia di Joy Mangano e della sua famiglia attraverso quattro generazioni: dall’adolescenza alla maturità, fino alla costruzione di un impero imprenditoriale che sopravvive da decenni. Tradimento, inganno, pene d’amore si intrecciano sia nella vita privata sia nell’ambito professionale, scontrandosi con un mondo del lavoro che non perdona. Come i precedenti film di David O. Russell anche Joy sfida il genere per raccontare una storia di famiglia, lealtà e amore. Jennifer Lawrence cattura perfettamente le sfumature di questa straordinaria donna e l’attrice punta con decisione ad un seconda candidatura al premio Oscar, dopo aver vinto il suo primo Oscar nel 2012. Joy è un film di David O. Russell in tutto e per tutto. Famiglie disagiate e figlie del loro tempo, un andamento nervoso perché ormai è quella la cifra del regista, una interpretazione curatissima. Il risultato è un ragionamento su di un’epoca e un modo di vivere, sul sogno americano che si tramanda di generazione in generazione e di personaggio in personaggio.

 

L’ABBIAMO FATTA GROSSA

di Carlo Verdone

Con: Carlo Verdone, Antonio Albanese, Anna Kasyan, Francesca Fiume, Clotilde Sabatino, Federico Ceci. Distribuzione: Filmauro. Genere: Commedia.

Utilizzazione: Attività ordinaria

Antonio Albanese è Yuri Pelagatti, un attore di teatro che, traumatizzato dalla separazione, non riesce più a ricordare le battute in scena. Carlo Verdone è Arturo Merlino, un investigatore squattrinato che vive a casa della vecchia zia vedova. Yuri vuole le prove dell’infedeltà della ex moglie ed assume Arturo credendolo un super investigatore. Ma Arturo non ne fa una giusta! Per errore entrano in possesso di una misteriosa valigetta che contiene 1 milione di euro. Ne nasce una serie di guai e di rocambolesche avventure, fino a un finale imprevedibile.

 

DORAEMON IL FILM: NOBITA E GLI EROI DELLO SPAZIO

di Yoshihiro Osugi

Genere: film d’animazione. Distribuzione: Lucky Red.

Utilizzazione: Attività ordinaria – Junior Cinema: Baby

Nobita, Shizuka, Gian e Suneo impazziscono letteralmente per una nuova serie televisiva: Gli Eroi dello Spazio. Nobita, in particolare, sogna ad occhi aperti davanti al televisore di diventare un grande supereroe proprio come i suoi beniamini in tv. Decide così di girare un film di supereroi! Peccato che Gian, Suneo e Shizuka, lo abbiano anticipato escludendolo dal progetto. Nobita, disperato, si rivolge a Doraemon che, grazie a un Chiusky Robot capace di creare degli straordinari scenari virtuali, riesce a convincere i ragazzi a includere lui e Nobita nel progetto.

 

UNA VOLTA NELLA VITA (Les héritiers)

di Marie Castille, Mention Schaar

Con: Ariane Ascaride. Genere: Drammatico. Distribuzione: Lucky Red.

Utilizzazione: Attività culturale-cineforum

Ispirato a una storia vera. Liceo Léon Blum di Créteil, città nella ​​banlieue a sud-est di Parigi: una scuola che è un incrocio esplosivo di etnie, confessioni religiose e conflitti sociali. Una professoressa, Anne Gueguen, propone alla sua classe più problematica un progetto comune: partecipare a un concorso nazionale di storia dedicato alla Resistenza e alla Deportazione. Un incontro, quello con la memoria della ​​Shoah, che cambierà per sempre la vita degli studenti.

 

THE EICHMANN SHOW

di Paul Andrew Williams

Con: Martin Freeman, Anthony LaPaglia, Rebecca Front, Andy Nyman, Nicholas Woodeson, Ben Addis. Genere: Drammatico. Distribuzione: Lucky Red.

Gerusalemme 1961. Il geniale produttore televisivo Milton Fruchtman assume il regista Leo Hurwitz per occuparsi delle riprese TV del processo al criminale nazista Adolf Eichmann. Quello che viene offerto a Hurwitz è un lavoro dalle dimensioni epocali: per la prima volta nella storia un processo sarebbe stato trasmesso in TV e per la prima volta il mondo intero avrebbe assistito alle scioccanti testimonianze dei sopravvissuti all’Olocausto. Il risultato di questa importante operazione fu che l’80% della popolazione tedesca guardò almeno un’ora del programma ogni settimana ma, soprattutto, che finalmente, dopo 16 anni dalla fine della guerra, si cominciò a parlare apertamente dell’Olocausto.