In Le uscite della settimana

Uscite Cinema 5 – 8 Marzo  2020

A seguito dell’emergenza “corona virus” molte uscite previste sono state sospese. Al momento sono confermate le uscite dei seguenti film:

 

Film segnalati

 

HONEY BOY
di Alma Har’el

Genere: Drammatico. Origine: USA. Distribuzione: Adler Entertainment. Con: Shia LaBeouf, Lucas Hedges, Noah Jupe, Byron Bowers, Laura San Giacomo, Natasha Lyonne, Maika Monroe, FKA Twigs, Clifton Collins Jr., Martin Starr, Mario Ponce.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film racconta la storia di Otis Lort, giovane attore (Noah Jupe) dall’infanzia burrascosa, che usa il cinema e i suoi sogni per trovare un supporto alla sua salute mentale. La sua carriera diventa un punto d’incontro per riconciliarsi con suo padre, ex clown di rodeo (Shia LaBeouf), che durante la vita del ragazzo è stato sempre poco presente, molto violento e disturbato, a causa del suo alcolismo. In un continuo andirivieni tra l’infanzia e i primi anni da adulto di Otis, il film mostra come il giovane abbia costruito la sua carriera e un rapporto col genitore, che ha proiettato su di lui le sue stesse delusioni e i suoi disturbi. Film con molti riferimenti autobiografici scritto dall’attore Shia LaBeouf il film è sincero ed investe emotivamente lo spettatore nel rapporto difficile tra padre e figlio.

 

BUÑUEL – NEL LABIRINTO DELLE TARTARUGHE
di Salvador Simó

Genere: Animazione. Origine: Spagna. Distribuzione: Draka Distribution.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film, prodotto tipicamente per cinefili e appassionati di storia del cinema,  racconta in forma animata un capitolo della storia del cineasta spagnolo Luis Buñuel e di come abbia realizzato il suo terzo film, “Terra senza pane”. L’uscita nel 1930 del suo primo lungometraggio di stampo surrealista, “L’âge d’or”, realizzato sulla sceneggiatura dell’amico e pittore Salvador Dalì, ha causato molto scalpore tanto da gridare allo scandalo. Il film viene censurato subito dopo la sua uscita e Buñuel si vede costretto a far ritorno nella sua patria, in Spagna, dove decide di girare la sua terza opera. L’ispirazione gliela regala una delle zone più povere del paese, nota come Las Hurdes, sita nell’Estremadura. Qui la popolazione vive in condizioni disagiate, non ci sono strade né elettricità e la miseria lascia spazio alla diffusione di diverse malattie. L’intento di Buñuel è documentare la situazione con un film che denunci le condizioni precarie di Las Hurdes. Grazie ai finanziamenti del suo amico, lo scultore Ramón Acín, il regista si avventura nella regione spagnola per raccontare l’estrema la miseria e consegnare alla storia un documento drammatico.

 

MARIE CURIE
di Marie Noëlle

Genere: Drammatico. Origine: Polonia. Distribuzione: Valmyn. Con: Karolina Gruszka, Arieh Worthalter, Charles Berling, Izabela Kuna, Malik Zidi, André Wilms, Daniel Olbrychski, Marie Denarnaud, Samuel Finzi, Piotr Glowacki, Jan Frycz, Sabin Tambrea.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Marie Curie, scritto e diretto da Marie Noëlle, racconta la storia della celebre scienziata di origine polacca vincitrice di ben due Premi Nobel, uno per la fisica e l’altro per la chimica. Il film si sofferma, in particolare, sul periodo che va dal 1905, quando Marie (Karolina Gruszka), insieme al marito Pierre Curie, si recò a Stoccolma per ritirare il primo Nobel (conferito nel 1903) per la scoperta della radioattività, al 1911, anno in cui la scienziata ha vinto per la seconda il riconoscimento. Questo periodo di tempo che intercorre tra questi cinque anni è quello più movimentato nella vita di Marie. Nel 1906, infatti, muore l’amato marito, gravemente malato da tempo. Qualche mese dopo eredita dal consorte la cattedra di fisica generale alla Sorbona, divenendo la prima insegnante donna dell’università. Nel 2011 Marie s’innamora nuovamente e inizia una storia con il matematico Paul Langevin, sposato e padre di quattro figli, che causò uno scandalo proprio perché lui mandò all’aria il suo precedente matrimonio. Donna dotata di grande intelligenza tanto da emergere in un ambiente prettamente maschile, come quello scientifico del tempo, Marie Curie è stata una delle prime donne a cui è stato riconosciuto l’appellativo di “genio”. Le sue scoperte hanno avuto un forte impatto sulla scienza del Novecento e di oggi.

 

Le altre uscite

 

7 ORE PER FARTI INNAMORARE
di Giampaolo Morelli

Genere: Commedia. Origine: Italia. Distribuzione: Vision Distribution. Con: Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Diana Del Bufalo, Fabio Balsamo, Massimiliano Gallo, Antonia Truppo, Cinzia Mirabella.

Il film segue la storia di Giulio, giornalista con una solida carriera alle spalle e con una con vita apparentemente perfetta: un buon lavoro, una relazione stabile e un matrimonio in vista. Poco prima delle nozze, però, scopre che la fidanzata Giorgia lo tradisce con il suo capo, Alfonso, arrivando a lasciarlo definitivamente per l’altro uomo. Rimasto solo e di conseguenza senza un lavoro, Giulio è un uomo disperato che rivuole indietro la sua vita, ma non sa proprio come fare, neanche per riprendersi Giorgia. In preda allo sconforto, il giornalista si rivolge a Valeria, bellissima esperta dell’arte del rimorchio, che insegna agli uomini come conquistare una donna in solo sette ore.

Start typing and press Enter to search