In Le uscite della settimana

Uscite Cinema 21 – 24 Novembre 2019

Il film della settimana

 

L’UFFICIALE E LA SPIA  ( J’accuse )
di Roman Polanski

Genere: Drammatico. Origine: Francia. Distribuzione: 01 Distribution. Con: Jean Dujardin, Louis Garrel, Emmanuelle Seigner, Mathieu Amalric, Melvil Poupaud, Damien Bonnard, Denis Podalydès.
Utilizzazione: attività ordinaria – attività culturale/cineforum

Questo nuovo film di un maestro del cinema come Roman Polanski racconta la vera storia di un evento che sconvolse la Francia della Belle Epoque (l’affare Dreyfus) e che ebbe notevolissime conseguenze sulla politica, la società, e la mentalità stessa della Francia dell’epoca e degli anni che seguirono. Ancora una volta Polanski dimostra una vitalità e una forza espressiva fuori dal comune, riportando alla luce un caso storico che oggi ripropone con una carica di forte attualità. I temi della giustizia e della verità si dimostrano quanto mai necessari e urgenti. Polanski manovra queste tematiche con una regia robusta e grintosa, che ricostruisce con meticolosità la Francia sulla cerniera tra Ottocento e Novecento. La messa in scena, dalla grande forza comunicativa, regge bene il confronto con il miglior cinema hollywoodiano ed europeo. Il film si muove su una sceneggiatura ben congeniata, evitando le insidie tipiche dei film storici. È un thriller giudiziario che mette a tema la verità ma anche la discriminazione verso la comunità ebraica nella Francia del tempo. Il cast risponde con intensità al suo direttore di orchestra, soprattutto Jean Dujardin offre un’interpretazione grintosa e decisa. Un film che aiuta a recuperare un’importante pagina della Storia, capace di parlare con efficacia anche all’oggi.

 

Film segnalati

 

PLOI
di Árni Ólafur Ásgeirsson

Genere: Animazione. Origine: Islanda, Belgio. Distribuzione: Altre Storie.
Utilizzazione: attività ordinaria – Junior Cinema: Baby

Il film racconta la storia di Ploi, un piccolo e vivace pulcino di piviere che desidera essere il nuovo capo dello stormo e il piviere piu’ veloce di tutti. Ogni anno, durante l’inverno, gli uccelli migratori devono partire verso i paesi caldi, viaggiando per moltissimi chilometri. Da questo momento inizia per Ploi un viaggio avventuroso, che gli darà la possibilità di diventare grande e di sconfiggere le sue paure. Rimasto solo infatti, con l’aiuto dei suoi nuovi amici, il piccolo affronterà numerosi pericoli e troverà il coraggio per tornare a volare e diventare un piccolo e grande eroe.

 

ASPROMONTE: LA TERRA DEGLI ULTIMI
di Mimmo Calopresti

Genere: Drammatico. Origine: Israele. Distribuzione: Italian International Film. Con: Valeria Bruni Tedeschi, Marcello Fonte, Sergio Rubini, Marco Leonardi, Romina Mondello, Francesco Colella.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film è ambientato ad Africo, un paesino incastrato tra le montagne, nell’Aspromonte calabrese. La vicenda parte da un fatto di cronaca avvenuto negli anni ’50, quando a causa dell’inesistenza di una strada di collegamento, una donna muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo. Gli abitanti del piccolo paesino esasperati dalla situazione protestano dal sindaco e decidono di costruirsi da soli una strada, tutti sono chiamati a lavorare al progetto per realizzare l’opera, anche i bambini. Per la nuova maestra elementare Giulia, che viene dal Nord, è fondamentale insegnare l’italiano nella scuola. Ma per il brigante Don Totò, l’unico a comandare davvero, Africo non può diventare un paese “italiano”.

 

LIGHT OF MY LIFE
di Casey Affleck

Genere: Drammatico. Origine: USA. Distribuzione: Notorious Pictures. Con: Casey Affleck, Anna Pniowsky, Tom Bower, Elisabeth Moss, Hrothgar Mathews, Timothy Webber.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film, diretto ed interpretato da Casey Affleck, è un dramma post-apocalittico che segue la storia di un padre che cerca di proteggere la sua giovane figlia di undici anni, Rag. Siamo in un mondo dove una misteriosa malattia ha ucciso la maggior parte delle donne, sterminando quasi del tutto la popolazione femminile, e reso brutali e senza scrupoli gli uomini sopravvissuti. Rag e suo padre cercano di sopravvivere, nascondendosi tra i boschi del Midwest. Qui tra sterpaglie e folti alberi, la ragazza vive dei frutti della Terra e impara dal genitore i fondamenti dell’etica e della storia, tenendo allenata la sua memoria. Costretta a fingersi un ragazzo ogni volta che incontra altri uomini, la piccola riceve anche lezioni paterne di moralità, anche per ricordarle che, a discapito degli eventi e dei travestimenti, sta crescendo come una giovane donna, proprio come la defunta madre. Nonostante le precauzioni e gli accorgimenti presi, un incontro casuale fa cedere un mattone di quel muro di sicurezza costruito tra loro e quel mondo totalmente privo di logica, mettendo in serio rischio la vita della ragazza.

 

Le altre uscite

 

CETTO C’È, SENZADUBBIAMENTE
di Giulio Manfredonia

Genere: Commedia. Origine: Italia. Distribuzione: Vision Distribution. Con: Antonio Albanese, Caterina Shulha, Lorenza Indovina, Maria Rosaria Russo, Manfredi Saavedra, Cesare Capitani, Davide Giordano.

Il film segna il ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l’indimenticabile personaggio creato e interpretato da Antonio Albanese. Non si sapeva che fine avesse fatto Cetto La Qualunque, il politico calabrese corrotto e scorretto, dopo la sua elezione come sindaco di Marina di Sopra. Ma in questi dieci anni Cetto non è sparito, anzi si è ritirato in esilio in Germania e ha abbandonato l’aspirazione politica per dedicarsi ad altro. È diventato, infatti, un imprenditore, che ha aperto una catena di successo di ristoranti e pizzerie. Cetto La Qualunque non si è sistemato solamente dal punto di vista professionale, ma anche nella sfera privata. Ora ha una bellissima moglie tedesca, un figlio e due suoceri neonazisti, che lo vedono con lo stesso occhio “simpatizzante” con cui guardano i migranti. L’imprenditore, però, non ha dimenticato la sua patria, l’Italia, e presto si presenta anche l’occasione giusta per farvi ritorno, la zia che lo ha accudito sin da bambino è grave e vorrebbe che il suo amato nipote torni a farle visita prima che sia troppo tardi. L’anziana sul letto di morte ha riservato a Cetto un saluto speciale, è intenzionata infatti a rivelargli quali sono le vere origini. La verità sui suoi natali cambierà la sua esistenza per sempre.

 

COUNTDOWN
di Justin Dec

Genere: Horror, Thriller

Origine: USA. Distribuzione: Eagle Pictures. Con: Elizabeth Lail, Charlie McDermott, Anne Winters, Peter Facinelli, Talitha Eliana Bateman, Jordan Calloway, Tichina Arnold, P.J. Byrne, Austin Zajur.

Countdown segue la storia di Quinn, una giovane infermiera che scarica un’applicazione sul proprio smatphone che le ha rivelato che gli rimane poco tempo per vivere. Secondo l’app è possibile prevedere l’esatto momento in cui una persona morirà. Quinn scopre così che le sono rimasti solo tre giorni di vita. Nonostante all’inizio pensi che sia un semplice gioco, Quinn si ricrede. Inizia a indagare e scopre della morte di diversi utenti dell’app. Con il tempo che passa inesorabile, si troverà a dover fare i conti con la propria crescente ansia e con una misteriosa figura che sembra perseguitarla.

Start typing and press Enter to search