In Le uscite della settimana

Uscite Cinema 17 – 20 Ottobre 2019

Film segnalati

MALEFICENT: SIGNORA DEL MALE

di Joachim Rønning

Genere: Fantasy. Origine: USA. Con: Angelina Jolie, Elle Fanning, Ed Skrein, Juno Temple, Michelle Pfeiffer, Chiwetel Ejiofor, Teresa Mahoney, Harris Dickinson. Distribuzione: Walt Disney Pictures.
Utilizzazione: attività ordinaria – Junior Cinema: Teens

Maleficent 2: Signora del Male continua a seguire la complessa relazione tra Malefica e Aurora. Il loro rapporto è ormai cresciuto e si è consolidato in un forte legame. Ma quando il Principe Filippo chiede la mano di Aurora, quest’ultima accetta immediatamente, senza consultarsi con Malefica. La ragazza è sicura di poter dimostrare alla creatura alata che il vero amore esiste e ignora il pensiero della sua madrina al riguardo. Malefica offesa e infuriata decide di schierarsi contro le nozze, ma questa volta la sua amata figlioccia si opporrà a lei, rimanendo accanto a Filippo e mettendo in discussione il legame con la madrina. Maleficent 2: Signora del Male arriva a cinque anni di distanza dal successo del primo “Maleficent”: progetto inizialmente curato da Tim Burton, che lo lasciò poi al debuttante ex-scenografo Robert Stromberg. La storia fa leva sui personaggi che il compianto artista e animatore Marc Davis ideò graficamente nel leggendario “La bella addormentata nel bosco” del 1959. Fulcro della narrazione anche in questo caso diventa l’amore, sempre fiabesco, ma letto in modo più problematico.

 

IL BAMBINO È IL MAESTRO
di Alexandre Mourot

Genere: Documentario. Origine: Francia. Distribuzione: Wanted Cinema.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film è un documentario su Maria Montessori e il metodo educativo da lei ideato. Chiedendosi quale valore può avere la divulgazione della conoscenza se la formazione stessa dell’uomo è trascurata, la pedagogista e neuropsichiatra italiana ha fondato un nuovo concetto di educazione, basato sullo sviluppo dell’umanità e sulla trasmissione stessa del sapere. Il Metodo Montessori, ideato nel 1907, mira a smuovere il desiderio di conoscenza del bambino e si fonda su osservazioni scientifiche, secondo cui l’infante cresce meglio e più stimolato se viene rispettata la sua personalità e se ha intorno a sé un luogo che rifletta i suoi bisogni di sviluppo. In questo approccio educativo si cerca di dare maggior risalto alla sfera fisica, sociale, emozionale e cognitiva dell’essere umano. Il film illustra le basi della pedagogia di Montessori, facendo visita a una delle più antiche scuole di Francia – che ha adottato questo metodo – e parlando con bambini dai 6 anni in giù, che mostrano come l’autonomia sia alla base della loro autostima e del loro benessere.

 

A PROPOSITO DI ROSE
di Tom Harper

Genere: Drammatico. Origine: Gran Bretagna. Distribuzione: BIM. Con: Jessie Buckley, Craig Parkinson, Julie Walters, Jamie Sives, Sophie Okonedo, James Harkness, Adam Mitchell, Daisy Littlefield.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum
Il film è la storia di Rose-Lynn Harlan, giovane 23enne sfacciata e da poco uscita di prigione. Finalmente libera, si riunisce con i suoi due bambini, Wynonna e Lyle, accuditi nel frattempo dalla nonna Marion, che disprezza apertamente lo stile di vita della figlia. La donna, infatti, è l’opposto di Rose, sono 20 anni che lavora nello stesso posto come panettiera e non comprende il desiderio della ragazza di voler andare via da Glasgow per diventare una cantante country. Senza un soldo in tasca, la giovane trova lavoro come donna delle pulizie per Susannah, esponente dell’alta società. Un giorno Susannah coglie Rose-Lynn mentre canta sul posto di lavoro e, colpita dalla sua potente voce e dal suo talento, decide di aiutarla a realizzare il suo sogno di andare a Nashville per diventare una star.

 

GRAZIE A DIO
di François Ozon

Genere: Drammatico. Origine: Francia. Distribuzione: Academy Two. Con: Melvil Poupaud, Denis Ménochet, Swann Arlaud, Eric Caravaca, François Marthouret, Bernard Verley, Josiane Balasko.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum
Il film è tratto da una storia vera e vede come protagonisti Alexandre e due suoi amici d’infanzia. Un giorno l’uomo scopre che padre Preynat, il prete che lo ha molestato durante l’infanzia, è tornato a dir messa nella regione di Lione. Oltre a essere una vittima, Alexandre è un padre e non accetta che il sacerdote possa avere ancora contatti con i bambini. L’uomo, insieme ad alcuni amici di vecchia data ed ex vittime, decide di continuare a lottare affinché il silenzio, sotto cui sono nascoste le vicende, prenda voce. Iniziano una serie di denunce di eventi passati, mentre viene mostrato come il trauma si sia ripercosso sui protagonisti e le loro famiglie. Ma la battaglia all’omertà provocherà conseguenze sulla vita di ognuno di loro.

 

IL MIO PROFILO MIGLIORE
di Safy Nebbou

Genere: Commedia. Origine: Francia. Distribuzione: I Wonder Pictures. Con: Juliette Binoche, François Civil, Guillaume Gouix, Charles Berling, Nicole Garcia, Claude Perron.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum
Il film segue la storia di Claire (Juliette Binoche), una splendida cinquantenne che – “caduta” nella rete del web – si dimezza l’età spacciandosi per una ventenne tramite un falso profilo social. Il film racconta la deriva nella virtualità dei social media di questa affascinante e colta cinquantenne, madre single di due figli, seguendola da diverse prospettive. Anche se tutto si svolge nel mondo della rete, i sentimenti che nascono tra Claire e l’uomo “incontrato” sul web, sono assolutamente veri. Claire soccombe al fascino del suo mondo parallelo, fino a quando la realtà comincia a confondersi. Film sui pericoli e le insidie del mondo artificiale dei social media.

 

JESUS ROLLS – QUINTANA È TORNATO
di John Turturro

Genere: Commedia. Origine: USA. Distribuzione: Europictures. Con: John Turturro, Bobby Cannavale, Audrey Tautou, Susan Sarandon, Jon Hamm.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum
Il film diretto e interpretato da John Turturro, è lo spin-off del film cult “Il Grande Lebowski” del 1998. John Turturro torna a rivestire i panni di Jesus Quintana, il mitico campione di bowling. Subito dopo essere uscito di prigione, l’uomo si ritrova a far parte di una banda di disadattati, un trio per la precisione, insieme a Petey e una donna dalla frangia rossa. Il terzetto è costretto alla fuga dalla furia di un parrucchiere armato di pistola, ma sono nei guai anche con la legge e con la società stessa. Mentre fuggono in cerca di un riparo sicuro qualcosa cambia, il viaggio rocambolesco infatti trasformerà un’amicizia nata per caso in una storia d’amore fuori dagli schemi e dalle convenzioni. Del cast fanno anche parte Susan Sarandon, Jon Hamm, Sonia Braga e Christopher Walken, nella sua solita partecipazione straordinaria.

 

SE MI VUOI BENE
di Fausto Brizzi

Genere: Commedia. Origine: Italia. Distribuzione: Medusa. Con: Claudio Bisio, Sergio Rubini, Flavio Insinna, Lucia Ocone, Maria Amelia Monti, Dino Abbrescia, Susy Laude, Lorena Cacciatore, Elena Santarelli, Valeria Fabrizi, Memo Remigi, Cochi Ponzoni, Gian Marco Tognazzi, Luca Carboni.
Utilizzazione: attività ordinaria
Il film segue la storia di Diego (Claudio Bisio), avvocato di successo con un gran talento nello scatenare accidentalmente catastrofi. Quando cade in depressione, dopo un tentativo di suicidio fallito, decide di combattere il suo malessere in un modo alternativo: aiutare le persone care intono a lui. L’idea gli viene in seguito all’incontro con Massimiliano, che nel suo negozio di Chiacchiere vende ormai solo sagge parole, ed Edoardo. Claudio vede subito nei due un valido aiuto per attuare il suo piano. Si passa quindi all’azione: le persone da aiutare sono la figlia, il fratello, la mamma, il papà, l’amica, l’ex moglie e una coppia di amici. Purtroppo, gli esiti della sua missione non sono positivi, anzi Diego finisce per devastare la vita a ognuno di loro, causando ancora più problemi.

 

YULI – DANZA E LIBERTÀ
di Icíar Bollaín

Genere: Drammatico. Origine: Spagna, Cuba, Gran Bretagna, Germania. Distribuzione: EXIT media. Con: Carlos Acosta, Santiago Alfonso, Keyvin Martínez, Edlison Manuel Olbera Núñez, Laura De la Uz, Yerlín Pérez, Mario Elias, Andrea Doimeadiós, Cesar Domínguez, Yailene Sierra, Héctor Noas.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum
Il film è la storia di Carlos Acosta, ballerino cubano che sin da piccolo ha ripudiato la disciplina della danza, perché obbligato dal padre a intraprendere quella strada artistica, vista come un’opportunità per voltare le spalle alla povertà in cui Cuba è ormai caduta. Dotato di talento naturale e capacità tecniche, il ragazzo, nonostante la sua ritrosia iniziale, raggiunge il successo mondiale, divenendo una leggenda della danza accanto a miti come Nureyev e Baryshnikov e il primo performer a interpretare alcuni ruoli di balletto più noti.

 

Le altre uscite

 

THE INFORMER
di Andrea Di Stefano

Genere: Thriller. Origine: Gran Bretagna. Distribuzione: Adler Entertainment. Con: Joel Kinnaman, Rosamund Pike, Clive Owen, Ana de Armas, Common, Sam Spruell, Martin McCann, Eugene Lipinski.

Il film vede protagonista Pete, un ex militare addetto alle operazioni speciali, congedato con onore. Costretto a usare violenza per difendere sua moglie, Pete viene arrestato e rinchiuso in prigione. Due agenti dell’FBI gli però offrono la possibilità di una liberazione anticipata a condizione che diventi un loro informatore e che usi le sue abilità di ex militare per aiutarli a incastrare il più potente boss della criminalità newyorkese, The General. Quando però l’operazione per permettere la liberazione di Pete provoca la morte di un agente di polizia sotto copertura, l’uomo si ritrova in mezzo al fuoco incrociato tra criminali e FBI.

 

THE KILL TEAM
di Dan Krauss

Genere: Drammatico. Origine: USA, Spagna. Distribuzione: Eagle Pictures. Con: Alexander Skarsgård, Nat Wolff, Adam Long, Jonathan Whitesell, Brian Marc, Osy Ikhile, Rob Morrow, Anna Francolini, Oliver Ritchie.

Il film racconta la storia di Adam Winfield, un giovane soldato americano inviato in Afghanistan con una squadra di commilitoni con l’obiettivo di intercettare le cellule terroristiche sul territorio. Il plotone è sotto la guida del sergente Deeks, che sin dal primo momento inculca nella mente dei suoi sottoposti pensieri errati, spingendoli a uccidere, violentare e abusare della gente del posto senza un motivo preciso, se non per puro passatempo e proprio diletto. Il comandante trasforma i suoi uomini in brutali carnefici, tranne Adam, che intuisce sin da subito che il pensiero di supremazia di Deeks è errato. Questa visione disumana della guerra porterà il soldato a dover affrontare un duro dilemma morale: denunciare o no il comportamento del sergente?

Start typing and press Enter to search