In Uscite della settimana

Uscite Cinema  12 – 15  Aprile  2018

 

Film consigliati

 

SHERLOCK GNOMES

di John Stevenson

Genere: Animazione. Origine: USA, Gran Bretagna. Distribuzione: 20th Century Fox.

Utilizzazione: attività ordinaria – Junior Cinema: Baby

Una nuova divertentissima parodia letteraria prende forma in Sherlock Gnomes, sequel dell’originale film d’animazione “Gnomeo & Giulietta” che rivisita in chiave comica e cartoon la tragedia shakespeariana. Partiti in luna di miele sul romantico tagliaerba nuziale, Gnomeo e Giulietta tornano nei giardini monumentali di Lady Montecchi e Lord Capuleti per vivere per sempre felici e contenti. Ma sulle decorazioni da giardino della capitale inglese incombe una nuova terribile minaccia: alcuni gnomi cominciano a sparire senza lasciare traccia. L’unico abbastanza astuto da rintracciare e riportare indietro gli ornamenti rapiti è il detective Sherlock Gnomes. Il segugio di terracotta unirà le forze con i due protagonisti e il fidato assistente Watson per risolvere il mistero che turba gli abitanti di Verona Drive e gli gnomi di tutta Londra. Simpatica parodia dei film polizieschi adatta anche ai più piccoli.

 

IL PRIGIONIERO COREANO

di Kim Ki-duk

Con: Ryoo Seung-Bum, Lee Won-geun, Kim Young-min, Guyhwa Choi. Genere: Drammatico. Origine: Corea del Sud. Distribuzione: Tucker Film.

Utilizzazione: attività culturale/cineforum

«Fai attenzione: oggi la corrente va verso Sud», lo avvisa una sentinella, ma a fare attenzione, a farne sempre molta, il pescatore Nam Chul-woo ci è abituato. Del resto, non puoi permetterti distrazioni quando abiti in un villaggio della Corea del Nord e ti muovi ogni giorno sulla linea di confine. Confine d’acqua, nel caso di Nam, ed è proprio l’acqua a tradirlo: una delle reti, infatti, si aggroviglia attorno all’elica della sua piccola barca, il motore si blocca e la corrente che «va verso Sud» trascina lentamente (inesorabilmente) il povero Nam in zona nemica… Si apre così Il prigioniero coreano, attesissimo ritorno di Kim Ki-duk alla narrazione politica. Un dramma che sviluppa e moltiplica il tema del doppio, così com’è doppia la Corea, raccontando intensamente una grande storia collettiva attraverso la storia (l’innocenza) di un singolo individuo. Riuscirà Nam, dopo pressanti interrogatori, a convincere le forze di sicurezza sudcoreane di non essere una spia? Ma soprattutto: riuscirà Nam, dopo il proprio faticoso rilascio, a convincere il potere nordcoreano della propria integrità? E’ rimasto ancora quello che era, cioè un bravo cittadino devoto comunista, o l’infezione del capitalismo («Più forte è la luce, più grande è l’ombra») lo ha contaminato per sempre? Lontanissimo dalle tinte forti dei precedenti film, Kim Ki-duk parla del presente, parla di una nazione divisa e in perenne stato di guerra, utilizzando – ovviamente a modo suo – la grammatica del thriller.

 

LA CASA SUL MARE

di Robert Guédiguian

Con: Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Jacques Boudet, Anaïs Demoustier, Robinson Stévenin. Genere: Drammatico. Origine: Francia. Distribuzione: Parthénos.

Utilizzazione: attività culturale/cineforum

In una calanca vicino a Marsiglia, in pieno inverno, Angela, Joseph e Armand si riuniscono per star vicini al vecchio padre. E’ il momento per loro di misurare quanto è rimasto in loro degli ideali che il padre ha insegnato. Ma l’arrivo di alcune barche dal mare sconvolgerà i loro pensieri e li costringerà a riflessioni e decisioni impensate. Appassionato cantore di Marsiglia e di una umanità fragile, senza voce, che non smette però di lottare e restare unita, Guédiguian raduna ancora una volta sul set i suoi attori di sempre – la moglie Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan – per fare il punto sull’attuale stato delle cose e ribadire che l’accoglienza, l’apertura all’altro, in una parola la “fratellanza”, non possono che essere il nostro punto di ripartenza. Un film ricco di sentimenti e di riflessioni profonde sulle scelte di vita individuali e collettive.

 

Film di possibile utilizzazione

 

VAN GOGH – TRA IL GRANO E IL CIELO

di Giovanni Piscaglia

Con: Valeria Bruni Tedeschi. Genere: Documentario. Origine: Italia. Distribuzione: Nexo Digital

Utilizzazione: Evento

Arriva al cinema il film evento che offre un nuovo sguardo su Van Gogh (1853-1890), attraverso il lascito della più grande collezionista privata di opere del pittore olandese: Helene Kröller-Müller (1869-1939), la donna che ai primi del Novecento, ammaliata da un viaggio tra Milano, Roma e Firenze, e sull’esempio del mecenatismo dei Medici, giunse ad acquistare quasi 300 suoi lavori, tra dipinti e disegni. Il film racconta l’unione spirituale di due persone che non si incontrarono mai durante la loro vita, ma che condivisero la stessa tensione verso l’assoluto, la stessa ricerca di una dimensione religiosa e artistica pura, senza compromessi.

 

IO SONO TEMPESTA

di Daniele Luchetti

Con: Marco Giallini, Elio Germano, Eleonora Danco, Jo Sung, Francesco Gheghi, Carlo Bigini, Marcello Fonte. Genere: Drammatico. Origine: Italia. Distribuzione: 01 Distribution.

Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film, diretto da Daniele Luchetti, vede Marco Giallini nei panni di Numa Tempesta, un finanziere che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro e abita da solo nel suo immenso hotel deserto, pieno di letti in cui lui non riesce a chiudere occhio. Tempesta ha soldi, carisma, fiuto per gli affari e pochi scrupoli. Un giorno la legge gli presenta il conto: a causa di una vecchia condanna per evasione fiscale dovrà scontare un anno di pena ai servizi sociali in un centro di accoglienza. Così, il potente Numa dovrà mettersi a disposizione di chi non ha nulla, degli ultimi. Riuscirà a cambiare il proprio modo di agire e pensare o anche in questo nuovo, forzato incarico cercherà il profitto come ha sempre fatto ? Lucchetti torna a riflettere, a suo modo, sul cuore dell’uomo e sulle sue più profonde contraddizioni.

 

 

THE SILENT MAN

di Peter Landesman

Con: Liam Neeson, Diane Lane, Maika Monroe, Ike Barinholtz, Michael C. Hall, Wendi McLendon-Covey. Genere: Drammatico. Origine: USA. Distribuzione: BIM.

Utilizzazione: attività culturale/cineforum

The Silent Man, il film scritto e diretto da Peter Landesman, si ispira alla vera storia del più famoso informatore segreto della storia degli Stati Uniti: Mark Felt, vice-direttore dell’FBI, che è stato la fonte anonima dello scandalo Watergate negli anni 70. Per oltre trent’anni, la misteriosa identità dell’informatore segreto ha suscitato un’intensa curiosità da parte dell’opinione pubblica. Malgrado il suo nome sia ormai di dominio pubblico da un decennio, in pochi conoscono la vita professionale e privata del brillante e intransigente Felt, che rischiò, e in ultima istanza sacrificò, ogni cosa, compresa la famiglia, la carriera e persino la libertà, per rendere note le informazioni di cui era a conoscenza.

 

Le altre uscite

 

THE HAPPY PRINCE

di Rupert Everett

Con: Rupert Everett, Colin Firth, Emily Watson, Colin Morgan, Edwin Thomas, Tom Wilkinson, Anna Chancellor, Julian Wadham. Genere: Drammatico. Origine: Germania, Belgio, Gran Bretagna, Italia. Distribuzione: Vision Distribution.

Film biografico che racconta la triste fase finale della vita del grande Oscar Wilde, gli anni passati in esilio a Parigi malato e in povertà. The Happy Princeè il film che segna l’esordio dietro la macchina da presa e nella sceneggiatura di Rupert Everett. Erano molti anni che Everett aveva in mente questo film incentrato su un personaggio che ama in maniera particolare, in cui forse s’identifica e che aveva interpretato con successo, alcuni anni fa, nella pièce “The Judas Kiss” di David Hare, che raccontava all’incirca dello stesso periodo della vita dello scrittore. Anche il titolo del film è un chiaro omaggio alle opere di Wilde, riprendendo quello di “Il principe felice e altri racconti”, una raccolta di racconti per ragazzi pubblicata per la prima volta a Londra nel maggio del 1888. Pur considerando la drammatica vicenda umana dello scrittore, il film ostenta la sua omosessualità con scene fin troppo esplicite.

 

ICAROS: A VISION

di Leonor Caraballo, Matteo Norzi

Con: Ana Cecilia Stieglitz, Filippo Timi, Arturo Izquierdo, Guillermo Arévalo. Origine: Perù, USA. Distribuzione: Lab 80 film.

Alla ricerca di un miracolo, Angelina arriva in un centro di cura nella selva amazonica peruviana, dove sciamani somministrano ayahuasca a un gruppo di psiconauti, stranieri alla scoperta di trascendenza, empatia e i segreti dell’esistenza. Trasformata per sempre dalle esperienze con la leggendaria pianta psichedelica, Angelina forgia un legame con Arturo, giovane sciamano indigeno che sta perdendo la vista. Nei loro viaggi allucinogeni, insieme raggiungono un diverso senso del loro destino.

 

RAMPAGE – FURIA ANIMALE

di Brad Peyton

Con: Dwayne Johnson, Naomie Harris, Malin Akerman, Jake Lacy, Joe Manganiello, Jeffrey Dean Morgan. Genere: Azione. Origine: USA. Distribuzione: Warner Bros.

Protagonista di Rampage, film d’azione e avventura diretto da Brad Peyton, è il primatologo Davis Okoye. Uomo schivo, Davis condivide un legame indissolubile con George, un gorilla silverback straordinariamente intelligente di cui si occupa dalla nascita. Un rischioso esperimento genetico e dai risultati catastrofici trasforma la gentile scimmia in un’enorme creatura furiosa. A peggiorare le cose, ben presto si scopre che altri animali sono stati modificati allo stesso modo. Mentre questi nuovi predatori alfa devastano il Nord America, distruggendo ogni cosa che incontrano lungo il proprio cammino, Okoye farà squadra con uno screditato ingegnere genetico per creare un antidoto, facendosi strada attraverso un campo di battaglia in continua evoluzione, non solo per impedire una catastrofe globale, ma per salvare lo spaventoso primate che una volta era suo amico.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca