HOTEL TRANSYLVANIA

HOTEL TRANSYLVANIA

di Genndy  Tartakovsky

(Hotel Transylvania) REGIA: Genndy  Tartakovsky. SCENEGGIATURA: Peter  Baynham, Robert  Smigel (Formato: Panoramico/Colore).  MUSICA: Mark  Mothersbaugh. PRODUZIONE: Sony Pictures Animation. DISTRIBUZIONE: Warner Bros. GENERE: Film d’animazione. ORIGINE: USA. ANNO: 2012.  DURATA: 90’. – (Junior Cinema: Teens)

Benvenuti all’Hotel Transylvania uno splendido albergo, molto lussuoso, dove alloggiano tutti i Mostri più famosi della storia. A gestire l’incantevole magione è il Conte Dracula che ha una figlia che adora, Mavis. La struttura ha tutti i comfort necessari per rendere piacevole la vita dei mostri e dei loro familiari: piscina, palestre, suite e cibarie prelibate. Tra gli ospiti vi sono Frankenstein e sua moglie Eunice, la Mummia, l’Uomo Invisibile, Wyane il licantropo insieme alla consorte Wanda, Quasimodo e altri bizzarri individui. Quando arriva il giorno del compleanno dell’incantevole Mavis, che compie 118 anni, il premuroso padre Dracula gli organizza una mega-festa. La ragazza raggiunta la maggiore età da tempo sta pregando il padre di lasciarla andare via dall’Hotel per potersi tuffare nel mondo. Ma il Conte, da padre premuroso e ossessivo come tanti, non ne vuole sapere.

A scombinare i piani del gentilissimo succhiasangue e dei suoi amici ci pensa Jonathan, un ragazzino con un sacco a pelo, che se ne va in giro per il pianeta e che quando vede l’Hotel Transylvania ne rimane incantato e bussa alla porta. Dracula percepisce subito che questa presenza sarà un problema, Jonathan è un umano e tutti loro si sono ritirati nel mega resort proprio per vivere in pace e non essere molestati dagli esseri umani. Ma non è finita qui per il povero Conte. Quando Mavis e Jonathan si incontrano tra di loro scatta il colpo di fulmine e per Dracula, un colpo al cuore….

Hotel Transylvania è un progetto che da un po’ di anni pensavano di realizzare alla Sony Pictures Animation e quando è arrivato Genndy Tartakovsky, i produttori hanno pensato di avere trovato il regista adatto per questa storia. Bizzarro in quanto Tartakovsky debutta nella regia con questo film anche se ha alle spalle una carriera molto brillante: nominato per ben 12 volte agli Emmy è conosciuto nel mondo dell’animazione per aver affiancato George Lucas nella creazione di “Star Wars: The Clone Wars” e per essere la mente creativa dietro la serie animata televisiva “Il laboratorio di Dexter”.

“Con gli sceneggiatori del film – ha affermato il regista – abbiamo lavorato molto sul rapporto padre e figlia, tenendo conto che il padre di Mavis è Dracula. Ma anche lui come ogni genitore è iperprotettivo, psicotico e alla fine l’unica cosa di cui ha veramente paura è che sua figlia se ne vada e l’abbandoni, anche se lui è il Principe delle Tenebre. Nel film abbiamo giocato sempre con questi contrasti, i mostri sono più umani degli esseri umani, nonostante Jonathan non sia di certo cattivo. Ovviamente, avendo a disposizione tutti i mostri che da sempre influenzano e abitano nella nostra fantasia, ci siamo divertiti molto nel calarli in situazioni assolutamente normali, dove loro risultano, però, del tutto comici”.
* Storia originale e divertente, il film si lascia vedere con simpatia e può essere consigliato alla visione familiare, con qualche cautela per i più piccoli, dato che i personaggi, anche se divertenti, sono pur sempre dei mostri.

CLASSIFICAZIONE FILM: Teens

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.