LE USCITE DELLA SETTIMANA (31 OTTOBRE – 3 NOVEMBRE 2013)

LE USCITE DELLA SETTIMANA (31 OTTOBRE – 3 NOVEMBRE 2013)

USCITE CINEMA 31 OTTOBRE – 3 NOVEMBRE 2013

 

Uscite che possono essere di interesse:

 

CAPTAIN PHILLIPS – ATTACCO IN MARE APERTO

di Paul Greengrass

Con: Tom Hanks, Catherine Keener, Max Martini. Distribuzione: Warner Bros. Genere: Drammatico. Durata: 134′.

Utilizzo: Attività ordinaria/culturale/Cineforum

Il film parla dei fatti di cronaca dell’aprile 2009 che videro protagonista il comandante della MVA Maersk Alabama, per tre giorni ostaggio dei pirati somali. Tre giorni drammatici che lasciarono tutti incollati davanti ai tg, per un film che vede protagonista Tom Hanks, capitano, sacrificatosi in pasto ai pirati per salvare e liberare l’equipaggio. Al suo seguito Catherine Keener, Max Martini, John Magaro. Il film tiene desta l’attenzione dello spettatore e, ripercorrendo la cronaca di un fatto recente pone problematiche importanti su alcuni aspetti socio-politici attuali. 

 

SOLE A CATINELLE

di Checco Zalone

Con: Checco Zalone, Miriam Dalmazio, Aurore Erguy, Robert Dancs. Distribuzione: Medusa. Genere: Commedia

Utilizzo: Attività ordinaria

“Se sarai promosso con tutti dieci papà ti regala una vacanza da sogno”. È questa la promessa che Checco (Checco Zalone) fa al figlio Nicolò. Fin qui tutto bene, il problema è che Checco, venditore di aspirapolvere in piena crisi sia con il fatturato che con la moglie, non può permettersi di regalare al figlio nemmeno un giorno al mare. E quando Nicolò riceve la pagella perfetta, la promessa va mantenuta…Tutti aspettano il film (va detto: modesto dal punto di vista cinematografico) per risollevare una stagione negativa finora per quanto riguarda presenze e incassi. Riuscirà Zalone a invertire la rotta ?

 

ZORAN, IL MIO NIPOTE SCEMO

di Matteo Oleotto

Con: Giuseppe Battiston, Teco Celio, Rok Presnikar, Marjuta Slamic. Distribuzione: Tucker Film. Genere: Commedia. Durata: 106′

 Utilizzo: Attività culturale/Cineforum

Giuseppe Battiston è Paolo Bressan che trascorre le sue giornate da Gustino, gestore di un’osteria in un piccolo paese vicino a Gorizia. Un quarantenne alla deriva, cinico e misantropo, professionista del gomito alzato ma anche della menzogna compulsiva, che lavora di malavoglia in una mensa per anziani e insegue senza successo l’idea di riconquistare Stefania, la sua ex moglie. Ma le cose cambiano con l’entrata in scena di Zoran, un quindicenne occhialuto lasciatogli in “eredità” da una lontana parente slovena, che parla in modo strano e sembra anche un po’ ritardato. Scopre così di essere zio, e la cosa lo disgusta. Solo quando si accorge che suo nipote Zoran è un vero fenomeno a lanciare le freccette, si ricrede. Ogni anno si svolgono i campionati mondiali di freccette con un montepremi di 60 mila euro e Paolo non ha nessuna intenzione di lasciarsi scappare questa opportunità. Grazie a Zoran comincia a pensare di poter fare finalmente centro nella sua vita…Ci riuscirà? Una cosa è certa: Paolo s’è svegliato da un letargo che durava da sempre e ha iniziato a inseguire un riscatto personale. Ma Paolo l’inaffidabile, Paolo l’insopportabile, Paolo l’alcolista, prima di vincere qualsiasi gara di freccette, sarà in grado di sconfiggere se stesso? Il film è interessante e rappresenta un originale  tuffo nella provincia italiana (qui di confine).  I personaggi sono delineati bene e il racconto si presta anche a interessanti riflessioni.

 

ENDER’S GAME

di Gavin Hood

Con: Abigail Breslin, Harrison Ford, Hailee Steinfeld. Distribuzione: Eagle Pictures. Genere: Fantascienza.

Utilizzo: Attività ordinaria

In un prossimo futuro, una ostile razza aliena, che va sotto il nome degli Scorpioni, ha attaccato la Terra. Se non fosse stato per le gesta eroiche del Comandante della Flotta Internazionale, Mazer Reckham (Ben Kingsley), tutto sarebbe andato perduto. In preparazione per il prossimo attacco, lo stimato Colonnello Graff (Harrison Ford) e l’Esercito Internazionale stanno addestrando solo i più promettenti giovani al fine trovare il futuro Mazer. Ender Wiggin (Asa Butterfield) è un ragazzino timido ma che cela una grande intelligenza strategica e che viene estratto dalla sua scuola e arruolato nella elite. Arrivato alla Scuola di Guerra, Ender si destreggia facilmente nelle più difficili simulazioni di battaglia, facendosi notare e guadagnando il rispetto dei suoi compagni. Ender viene presto consacrato da Graff come la prossima grande speranza dell’esercito e inviato alla Scuola di Comando. Là verrà addestrato dallo stesso Mazer Racham per guidare l’esercito in un’epica battaglia che determinerà il futuro della Terra e salverà la razza umana. Film di fantascienza spettacolare e interpretato da ottimi attori, non proprio originale nell’assunto e nello svolgimento.

 

UN CASTELLO IN ITALIA

di Valeria Bruni Tedeschi

Con: Valeria Bruni Tedeschi, Louis Garrel, Filippo Timi, Marisa Borini, Xavier Beauvois, André Wilms, Aurélia Petit. Distribuzione: Teodora Film. Genere: Drammatico. Durata: 104′

Utilizzo: Attività culturale/Cineforum

Un castello in Italia racconta al tempo stesso una storia familiare e una storia d’amore. Dice la regista: “Credo sia più facile, in generale, scrivere una storia familiare piuttosto che una storia d’amore. C’è qualcosa di originale e attraente nella famiglia del film, qualcosa di immediatamente romanzesco. Ho immaginato di girare il film nel castello che un tempo è stato davvero la nostra dimora di famiglia. Ne ho conservato delle immagini forti, molto precise e dettagliate. “ Il film è complesso, affronta problematiche non banali e può essere utilizzato per confronti e dibattiti.

 

IL PASTICCIERE

di Luigi Sardiello

Con: Antonio Catania, Luca Cirasola, Sara D’Amario, Ennio Fantastichini. Distribuzione: Microcinema. Genere: Commedia. Durata: 100′

Utilizzo: Attività culturale/Cineforum

Antonio Catania è Achille Franzi, un pasticciere sensibile e raffinato, la cui vita è rigorosamente scandita dai tempi di ordinazione, preparazione e consegna dei dolci. Da quando aveva dodici anni, la sua vita si è svolta unicamente nel laboratorio della pasticceria del padre, i cui consigli e le cui massime rappresentano il proprio manuale di interpretazione della vita. I clienti sono il suo unico contatto con il mondo esterno, in grado di garantirgli una vita quieta, ripetitiva e al sicuro da ogni sorpresa. Ma un giorno, suo malgrado, uno scherzo del destino lo costringe ad entrare nei panni di un finanziere senza scrupoli che ha ordito una truffa colossale. Da questo momento la sua vita cambia radicalmente costringendolo a uscire nel mondo…Con toni da commedia il film affronta tematiche attuali e può essere utilizzato in situazioni di confronto e dibattito.

 

BEFORE MIDNIGHT

di Richard Linklater

Con: Ethan Hawke, Julie Delpy, Seamus Davey-Fitzpatrick. Distribuzione: Good Films. Genere: Commedia.

Utilizzo: Attività culturale/Cineforum

 La storia inizia nel 1994, quando Linklater gira “Before Sunrise”, una storia d’amore tra due ragazzi, un americano e una francese, ambientata nell’arco di una giornata e nata da un incontro in treno. Si trattava di un piccolo film tutto basato sul dialogo e sull’alchimia dei suoi protagonisti, Ethan Hawke e Julie Delpy. Nove anni dopo il regista e gli attori tornano sulla storia decidendo di svilupparla in un trittico, dove il lasso di tempo effettivo che separa la realizzazione dei due film coincide con quello della storia: ecco allora “Before Sunset”, girato quasi in tempo reale, denso di piani-sequenza e con una struttura narrativa ancora più essenziale. In questo caso i due protagonisti si ritrovano, quarantenni, a Parigi e l’incontro diventa un’occasione di confronto tra due individualità insoddisfatte e degli effetti che lo scorrere del tempo ha avuto su di esse; una riflessione sulle scelte e sull’ineluttabilità del tempo, pervasa da una malinconia assente nel primo film e che rafforza ancor di più il legame tra intimità, piccolo microcosmo individuale e valore universale dei sentimenti. Film che richiede spettatori preparati, esperti di cinema, per la sua complessità narrativa e che può trovare spazio in situazioni mirate e di dibattito.

 

Le altre uscite:

 

BLANCANIEVES

di Pablo Berger

Con: Maribel Verdu, Daniel Gimenez Cacho, Angela Molina. Distribuzione: Movie Inspired. Genere: Drammatico. Durata: 104′

Libera storia di una Biancaneve per adulti spagnola dove la corrida sostituisce gli elementi della favola. Realizzato in bianco e nero e muto (i dialoghi sono affidati alle didascalie tra una scena e l’altra), il film sembra ispirarsi ai maestri dell’espressionismo cinematografico degli anni ‘20, in cui il racconto è ambientato. L’operazione è ardita e il pubblico cui il film può essere indirizzato è di intenditori e appassionati.

 

MISS VIOLENCE

di Alexandros Avranas

Con: Kostas Antalopoulos, Constantinos Athanasiades, Chloe Bolota. Distribuzione: Eye Moon Pictures. Genere: Drammatico. Durata: 99′

Il giorno del suo compleanno l’undicenne Angeliki si getta dal balcone con il sorriso stampato sul volto. Mentre la polizia e i servizi sociali cercano di scoprire la ragione di questo apparente suicidio, la famiglia di Angeliki continua a insistere che si è trattato di un incidente. Qual è il segreto che la giovane Angeliki ha portato con sé? Perché la famiglia persiste nel cercare di dimenticare Angeliki e nell’andare avanti con la propria vita? Sono queste le risposte che i servizi sociali cercano quando visitano l’abitazione linda e ordinata della famiglia. Il padre ha assicurato che niente manca e che ogni cosa è al suo posto. Sembra che nulla li possa tradire, ma il fratellino minore di Angeliki svela inconsapevolmente indizi che a poco a poco manderanno in frantumi il mondo levigato della famiglia, costringendone i membri a fronteggiare quello che per tanti anni hanno tentato di nascondere. Uno ad uno crolleranno, finché la violenza (troppa e forse nemmeno necessaria) non offrirà ancora una volta la soluzione, mantenendo la famiglia unita e il segreto al sicuro.

 

SMILEY

di Michael J. Gallagher

Con: Caitlin Gerard, Melanie Papalia, Shane Dawson. Distribuzione: Moviemax. Genere: Horror. Durata: 90′

Ashley è una giovane studentessa americana del college, che soffre di alcuni disturbi psichici. La sua situazione peggiora non appena entra in contatto con alcuni strani racconti di leggende metropolitane che narrano, in special modo, di un misterioso serial killer di nome Smiley, che adesca le sue vittime su internet. Si può immaginare il seguito con i soliti ingredienti dei film del genere.

 

Film segnalati nelle precedenti settimane

 

Una canzone per Marion di Paul andrew Williams (Lucky Red)

Vado a Scuola di Pascal Plisson (Academy 2) Junior Cinema: Teens-Young

L’intrepido di Gianni Amelio (01 Distribution)

Che strano chiamarsi Federico! di Ettore Scola (BIM)

L’arbitro di Paolo Zucca (Lucky Red)

I Puffi 2 di Raja Gosnell (Warner Bros) Junior Cinema: Baby

 

 Leggenda:  Alla voce utilizzo vengono indicate alcune sigle che possono essere di aiuto per la programmazione del film:

Attività ordinaria = Il film in genere è realizzato per il grosso pubblico con una valenza tipicamente commerciale. Fatto salvo che, se non è indicato diversamente, il film si rivolge comunque ad un pubblico adulto, si consiglia di utilizzare il film per più giorni, nel fine settimana e per il grosso pubblico in generale.

Attività culturale = Film di qualità che richiede un pubblico generalmente preparato.  Da utilizzare per più giorni e nel fine settimana in quelle sale che svolgono principalmente attività culturale. In occasioni mirate, in giorni stabiliti, per le altre sale.

Cineforum = Film particolarmente adatto per l’utilizzo in condizioni mirate, per occasioni di dibattito, riflessione e confronto.

Situazioni mirate =Documentari o eventi musicali o culturali di vario genere, mirati per un pubblico selezionato o di appassionati.

Junior Cinema (Baby-Teens-Young) = Film realizzato per un pubblico di ragazzi e per la visione familiare. Da proporre in ogni occasione riservata a questo tipo di pubblico. Se il film ha interesse didattico e scolastico è indicata la voce (scuole).  

I film, inoltre, sono raggruppati per: I film della settimana (particolarmente validi dal punto di vista artistico e per i valori che propongono), Altre uscite che possono essere di interesse (film che può risultare interessante per essere utilizzato in particolari situazioni o per interesse artistico o commerciale), Le altre uscite (film che non vengono consigliati per la programmazione).