In

di Rupert Goold

Genere: Drammatico. Origine: Gran Bretagna. Distribuzione: Notorious Pictures. Con: Renée Zellweger, Finn Wittrock, Rufus Sewell, Michael Gambon, Jessie Buckley, Bella Ramsey, Richard Cordery, Andy Nyman, Royce Pierreson, Darci Shaw, Daniel Cerqueira, Lewin Lloyd.

PREMIO OSCAR PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE FEMMINILE A RENEE ZELLWEGER

Il film è ispirato alla poliedrica figura di Judy Garland (Renée Zellweger), attrice, cantante e ballerina, nota al grande pubblico soprattutto per l’interpretazione di Dorothy nel film “Il mago di Oz” di Victor Fleming (1939). Una carriera brillante iniziata in giovane età, la sua, e proseguita con grandi successi che hanno accompagnato una vita ricca di tormenti, di amori finiti male e di drammi. Siamo nel 1968 e Judy Garland, ormai quasi cinquantenne, non ha più il grande seguito di una volta. È una donna segnata da fragilità e da tormenti sentimentali, preoccupata anche per la custodia dei suoi due bambini. Sull’orlo della disperazione la Garland decide di accettare la proposta di uno show live a Londra. Il film ci propone Judy tra la preparazione dello spettacolo con momenti di brio e umorismo brillante, costellati anche da smarrimenti e stati d’ansia. Tutto sembra però scomparire quando Judy calca le assi del palcoscenico, intonando le sue canzoni, ricambiata da applausi fragorosi. Nella narrazione irrompono istantanee dal passato, i ricordi dei momenti più importanti e luminosi della sua carriera. Renée Zellweger (premiata con l’Oscar) regala una grande prova d’attrice, mettendosi in gioco in ogni stile. Il film è un prodotto ben fatto e godibile, che alterna in maniera equilibrata passaggi drammatici a raccordi di umorismo raffinato. Non un film patinato, bensì uno sguardo attento e complesso sulla donna, sulla diva Judy Garland.

Start typing and press Enter to search