THE AMAZING SPIDER MAN 2: IL POTERE DI ELECTRO

THE AMAZING SPIDER MAN 2: IL POTERE DI ELECTRO

 

theamazingspiderman2

THE AMAZING SPIDER-MAN 2

IL POTERE DI ELECTRO

di Marc  Webb

Arriva nelle sale italiane in uno splendido 3D, dopo lo strabiliante successo del capitolo precedente che re-inaugurava una saga intramontabile. Identici gli attori protagonisti: Andrew Garfield in classica tuta rosso-blu ed Emma Stone, la bionda e determinata Gwen, sua moglie nella vita. Per questo Marc Webb, regista di entrambi gli episodi, a Roma con tutto il cast, ci tiene a sottolineare la chimica speciale nata tra loro sul set e lo spazio ampio dato alla complessa, non facile storia d’amore. «Questa è proprio la cosa bella da vedere nel film – confessa Webb – in cui contano gli affetti più che i superpoteri». «La sceneggiatura dava spazio a questo rapporto – conferma Emma Stone – ricco e sfaccettato, dove speranza e tragedia si confondono». «È la ragione – precisa Garfield – per cui tengo più al mio fisico umano, anche se sono costretto a volare per tutta New York, la città più affollata e solitaria del mondo». Spider-Man deve affrontare il male e ne esce, ancora una volta, trasformato. Il male è Electro, un fosforescente Jamie Foxx, cui si aggiungono Rhino (Paul Giamatti) e Harry Osborne-Goblin (Dane DeHaan), personaggi che faranno parte dei Sinistri Sei, i nemici del prossimo, sicuro capitolo, perché gli ingredienti del successo devono rinnovarsi di volta in volta. «Spider-Man conquista il pubblico di tutto il mondo – spiega il regista – perché non è un milionario o un alieno, ma un ragazzino come tanti che deve pagare l’affitto, ha problemi con la fidanzata, con la zia, è distratto. Tutti s’identificano in lui, al di là della maschera che indossa». Per questo Jamie Foxx del tour promozionale che l’ha portato in giro per il mondo, ricorda soprattutto i bambini: «Centinaia, di ogni nazionalità e colore, dai due ai cinque anni, felici di indossare il loro costume di Spider-Man. Questo è il suo vero potere».

*La virtù di Gwen è la speranza; la missione di Peter, che ricambia il suo amore, è la giustizia. Lei, però, è molto chiara, quando si tratta di distinguere tra un uomo e un supereroe: «Tu sei Spider Man, ma io amo Peter Parker». Avere una doppia identità non è facile, ma quella umana ha la meglio nell’ultimo episodio del più famoso eroe della Marvel: l’Uomo Ragno. Il film, pur nella fantasmagoria degli effetti speciali, non rinuncia a presentare problematiche reali e le affronta in modo positivo, mettendo in mostra gli aspetti più umani dei vari personaggi.

 

(The Amazing Spider-Man 2) REGIA: Marc  Webb. SCENEGGIATURA: Alex  Kurtzman, Roberto Orci, Jeff  Pinkner, tratto dai personaggi creati da Stan Lee e Steve Ditko per il fumetto omonimo. INTERPRETI: Andrew Garfield, Emma Stone, Shailene Woodley, Jamie Foxx, Sally Field, Dane DeHaan. FOTOGRAFIA: Daniel  Mindel (Formato: Cinemascope/ Colore-3D).  MUSICA: Hans  Zimmer, Pharrell  Williams, Johnny  Marr. PRODUZIONE: Marvel Studios. DISTRIBUZIONE:Warner Bros. GENERE: Fantasy. ORIGINE: USA. ANNO: 2014.  DURATA:140’. –  (Junior Cinema: Teens)

Scrivi un Commento

Effettua il LOGIN per inviare un commento.