In Le uscite della settimana

Uscite Cinema 5 – 8 Dicembre  2019

 

Il film della settimana

 

QUALCOSA DI MERAVIGLIOSO ( Fahim )
di Pierre-François Martin-Laval

Genere: Drammatico. Origine: Francia. Distribuzione: BIM.  Con: Gérard Depardieu, Ahmed Assad, Isabelle Nanty, Pierre-François Martin-Laval, Didier Flamand.
Utilizzazione: attività ordinaria – attività culturale/cineforum – Junior Cinema: Teens – Young

Qualcosa di Meraviglioso racconta la storia di Fahim Mohammad, costretto ad abbandonare il Bangladesh insieme al padre nel 2008 a otto anni, che arriva a Parigi dove gli viene rifiutato l’asilo politico. Mentre vive come immigrato clandestino, tra vagabondaggio e rischio di espulsione, il piccolo Fahim incontra Sylvain, importante coach di scacchi, deciso a fare di lui un campione. Nonostante la diffidenza iniziale nei confronti dell’uomo, il ragazzo riesce cl tempo a fidarsi del suo allenatore fino a stringere con lui una forte amicizia. Sylvain riesce a portare Fahim al Campionato Nazionale di scacchi, indetto proprio nel periodo con maggior possibilità di espulsione. Fahim dovrà riuscire a vincere e diventare Campione di Francia per poter restare nel paese. La storia vera di uno sfavorito che, in maniera inattesa, si trova a lottare per la vittoria. Il film fa riflettere su molti temi attuali e appassiona per le umanissime vicende narrate.

 

Film segnalati

 

WESTERN STARS
di Bruce Springsteen, Thom Zimny

Genere: Documentario, Musicale. Origine: USA. Distribuzione: Warner Bros. Con: Bruce Springsteen. Utilizzazione: Evento – attività culturale/cineforum

Il film è la trasposizione cinematografica dell’omonimo album del Boss. Il documentario vede Springsteen debuttare alla regia in quella che è un’esibizione in piena regola, nella quale esegue i tredici brani dell’album insieme a un’intera orchestra nel fienile della sua dimora. Quello che viene mostrato non è solo il Bruce cantante, ma anche un viaggio nei suoi ricordi, grazie al materiale d’archivio, pubblicato e privato, e al racconto in prima persona dello stesso artista. Non solo musica quindi, ma anche l’amore, la famiglia, la solitudine, la perdita e il passaggio inesorabile del tempo, che sembra non aver scalfito il genio creativo di Springsteen.

 

CENA CON DELITTO  (Knives Out)
di Rian Johnson

Genere: Thriller. Origine: USA. Distribuzione: 01 Distribution. Con: Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas, Jamie Lee Curtis, Toni Collette, Don Johnson, Michael Shannon, Lakeith Stanfield, Katherine Langford, Noah Segan, Edi Patterson, Riki Lindhome, Christopher Plummer.
Utilizzazione: attività ordinaria

Cena con Delitto è un giallo in stile Agatha Christie, nel quale il sagace investigatore Benoit Blanc (Daniel Craig) deve scoprire chi ha ucciso il romanziere 85enne Harlan Thrombey (Christopher Plummer), rinvenuto senza vita nella sua abitazione in circostanze non chiare, dopo una festa per il suo compleanno. Il brillante detective è sicuro che l’uomo sia stato ucciso e inizia a indagare su chi possa essere l’omicida. Per Blanc infatti chiunque può essere il colpevole. Sia i familiari che la servitù avrebbero avuto un movente per sbarazzarsi di Harlan, quindi tutti sono sospettati. La storia di questo film, ambientata in epoca contemporanea, è un moderno omaggio/rilettura ai classici di Agatha Christie, ovvero i romanzi gialli deduttivi imperniati sulla scoperta del colpevole o dei colpevoli di un misterioso omicidio per cui più persone hanno un movente che l’investigatore di turno riesce a ricostruire. Nella rilettura di Johnson, che ha al centro i parenti di un ricco uomo d’affari deceduto, abbondano i riferimenti arguti a personaggi e manie del presente. L’investigatore interpretato da Daniel Craig ha un nome francese, Benoit Blanc, come il belga Hercule Poirot ed è proprio come un Poirot americano che l’autore lo ha descritto. Il film avvince con il suo  impianto classico e tiene sospeso lo spettatore fino alla rivelazione finale.

 

GHIAIE
di QVQ (Fabio Corsaro)

Genere: Drammatico. Origine: Italia. Distribuzione: Fiori di Sambuco Film. Con: Federica Bruno, Emiliano Raimondo, QVQ (Fabio Corsaro), Chiara Corsaro, Federica Chiozzotto, Alessandra Camia, Silvana Venturiello, Riccardo Dellerba, Claudia Paternò.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film è ispirato ai fatti accaduti nel maggio del 1944 a Ghiaie di Bonate, in provincia di Bergamo, e narra la storia delle apparizioni mariane alla piccola Adelaide Roncalli (Federica Bruno). L’Itala è divisa in due: al sud gli Alleati cercano di arrestare l’avanzare nazista, al nord invece impazza la lotta tra Tedeschi e Repubblichini contro Anglo-americani e Partigiani. La popolazione, però, vive in un unico clima di sofferenza e stenti. Il 13 maggio 1944 una bambina di sette anni, nata in una famiglia di contadini, afferma di vedere qualcuno, delle persone: sono tre, Maria, Giuseppe e Gesù bambino. Non solo la piccola Adelaide vede la Sacra Famiglia, ma la stessa Vergine parla con lei. In breve tempo tutto il Nord Italia è a conoscenza del fatto e molti si recano sul posto per chiedere miracoli, grazie e soprattutto la fine della guerra. Tra il 13 e il 31 maggio di quell’anno, Adelaide ha ben tredici apparizioni, ognuna delle quali porta con sé un messaggio. La Sacra Famiglia per voce della Vergine chiede ai fedeli di pregare e di pentirsi, mentre diverse sono le guarigioni che avvengono a Ghiaie. Nonostante la vicinanza dei fedeli a quello che è divenuto luogo di culto mariano, la Chiesa non ha mai dichiarato vero il fenomeno della Madonna delle Ghiaie di Bonate.

 

IL PARADISO PROBABILMENTE
di Elia Suleiman

Genere: Commedia. Origine: Francia. Distribuzione: Academy Two. Con: Gael Garcia Bernal, Ali Suliman, Elia Suleiman, Grégoire Colin, Stephen McHattie, Kwasi Songui, Holden Wong, Robert Higden. Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film è la storia di Es che, fuggito dalla Palestina alla ricerca di una patria alternativa o di una terra che lo accolga, si renderà conto che il suo paese d’origine lo segue come un’ombra. La promessa e la speranza di una nuova vita si trasformano rapidamente in una commedia dell’assurdo, per quanto si allontani dal suo paese e visiti nuove città, da Parigi a New York, c’è sempre qualcosa che gli ricorda casa. Il film è un racconto, tra il comico e l’assurdo, della ricerca e dell’esplorazione dell’identità, della nazionalità e dell’appartenenza, che pone una domanda fondamentale: dov’è il posto in cui ci possiamo sentire davvero “a casa”?

 

L’INGANNO PERFETTO
di Bill Condon

Genere: Thriller. Origine: USA. Distribuzione: Warner Bros. Con: Helen Mirren, Ian McKellen, Russell Tovey, Jim Carter, Mark Lewis Jones, Jóhannes Haukur Jóhannesson, Celine Buckens, Aleksandar Jovanovic, Phil Dunster, Michael Culkin, Laurie Davidson.
Utilizzazione: attività ordinaria

L’inganno perfetto, diretto da Bill Condon, segue la storia di Roy Courtnay, esperto truffatore che, insieme al suo socio in affari Vincent, manipola persone facoltose per avere accesso alle loro finanze. Tramite inganni e sotterfugi i due mettono a segno ogni colpo, racimolando un bel po’ di denaro. Ed è proprio per questo che Roy si sente davvero fortunato quando incontra Betty McLeish, vedova benestante con oltre 3 milioni di sterline da parte e di salute cagionevole. Il suo piano è molto semplice: deve prima sedurla e poi aprire un conto risparmio insieme a lei così da appropriarsi dei soldi dopo la sua morte. È la prima volta in cui McKellen e Helen Mirren, straordinari attori britannici, lavorano insieme al cinema in un thriller composito ed elegante nell’ambientazione.

 

LONTANO LONTANO
di Gianni Di Gregorio

Genere: Commedia. Origine: Italia. Distribuzione: Parthénos Distribuzione. Con: Gianni Di Gregorio, Ennio Fantastichini, Giorgio Colangeli, Daphne Scoccia, Francesca Ventura, Silvia Gallerano, Iris Peynado, Galatea Ranzi, Roberto Herlitzka.
Utilizzazione: attività culturale/cineforum

Il film racconta la storia di Attilio, Giorgetto e il Professore. Tre uomini sui 70 anni di Roma, diversissimi tra loro eppure simili nella sorte. Il Professore insegnava latino e ora è in pensione, intrappolato dalla noia. Giorgetto, ultimo baluardo della vecchia romanità, vive in miseria e fatica a sbarcare il lunario. Attilio con il suo animo anticonformista è un robivecchi che desidererebbe rifare molte di quelle esperienze della gioventù. Le loro vite sono un disastro, la loro anzianità li sta logorando in una triste esistenza di quartiere, mentre tutti tre sognano un futuro all’estero. Ma dove? La scelta della destinazione della loro fuga da un’esistenza disastrata e amara non sembra così facile ed è solo il primo problema che si porrà sulla loro strada. Ognuno, infatti, ha un sogno: cambiare vita. Sebbene sembri difficile, i tre riusciranno nella loro impresa, ma non proprio come lo immaginavano.

 

UN SOGNO PER PAPÀ
di Julien Rappeneau

Genere: Commedia. Origine: Francia. Distribuzione: M2 Pictures. Con: Maleaume Paquin, François Damiens, André Dussollier, Ludivine Sagnier, Lætitia Dosch, Pierre Gommé.
Utilizzazione: attività ordinaria – attività culturale/cineforum

Il film è la storia del piccolo Theo, desideroso di rendere il padre Laurent orgoglioso di lui. L’uomo non ha un lavoro, è separato e a volte alza un po’ troppo il gomito. È per questo che il ragazzo, forse un po’ troppo maturo per la sua età, cerca di eccellere nell’unico hobby che ha in comune con Laurent: il calcio. Theo gioca con la squadra della loro cittadina, provando in ogni match di portare a casa qualche successo sportivo per rendere fiero suo papà. Ma Theo è convinto che qualche goal nelle partite non può risollevare suo padre e decide quindi di inventare una piccola bugia bianca: racconta di essere stato scelto tra le file giovanili dell’Arsenal. La frottola nasconde, in verità, un intento più profondo. In questo modo Theo spera di convincere Laurent a “darsi una ripulita” e arrestare il suo atteggiamento autodistruttivo, così da poterlo accompagnare in Inghilterra. Peccato che la piccola bugia si espande e si diffonde in tutta la cittadina, causando diverse situazioni al limite del comico.

 

Le altre uscite

 

L’IMMORTALE
di Marco D’Amore

Genere: Thriller. Origine: Italia. Distribuzione: Vision Distribution. Con: Marco D’Amore, Giuseppe Aiello, Salvatore D’Onofrio, Gianni Vastarella, Marianna Robustelli, Martina Attanasio, Nello Mascia, Gennaro Di Colandrea.

Il film è ispirato al personaggio di Ciro di Marzio di “Gomorra – La serie” ed è il primo progetto che segna il punto di incontro tra cinema e TV. Un film basato sulla cross-medialità che rappresenta un ponte di collegamento tra la quarta e la quinta stagione della serie. Racconta la storia di Ciro Di Marzio e della sua educazione criminale, di quell’uomo violento e allo stesso tempo tenero e compassionevole, emblema sia del male che dell’eroe. Figlio di nessuno, sopravvive conducendo una vita fatta di espedienti tra le torbide e perigliose strade della città. Napoli continua a essere la sua casa, l’unico luogo familiare che ha e che sembra proteggerlo sin dai tristi eventi della sua infanzia. Sono i ricordi di una vita, le reminiscenze sin troppo vivide di una formazione criminale che hanno portato Ciro a diventare L’Immortale.

Start typing and press Enter to search